Stefano Puzzer, la protesta si sposta a Roma: “Voglio parlare con…”

Stefano Puzzer, esponente tra i più in vista della mobilitazione contro il Green Pass a Trieste delle scorse settimane, torna a far parlare di sé con una nuova protesta. C’è chi giura in una sua prossima discesa in campo politico.

Stefano Puzzer, la protesta si sposta a Roma Voglio parlare con..
Stefano Puzzer, la protesta si sposta a Roma Voglio parlare con..(foto Instagram)

E’ in Piazza del Popolo, in attesa che i grandi della Terra gli vengano a parlare. Aspetta che vengano a fargli visita Usa, Russia, Comunità Europea, Mario Draghi e Papa Francesco. Tutti hanno la loro sedia, vicina alla sua e a quella che rappresenta il popolo italiano “che aspetta una risposta“. Questa la nuova protesta di Stefano Puzzer.

Il portuale triestino, portato alla luce sui media per il suo attivismo nelle campagna contro il Green Pass nel capoluogo del Friuli Venezia-Giulia, sbarca dunque a Roma. “Qui sarà forse più facile avere una risposta“, afferma in un video pubblicato su YouTube. E poi aggiunge: “Vogliamo un confronto qui, proprio nella Piazza del Popolo. Noi non andremo da nessuna parte, se vorranno siamo qui, pacifici e tranquilli“.

LEGGI ANCHE >> Trieste, bloccate le manifestazioni di piazza. Salgono i contagiati dei cortei no pass

Puzzer, la protesta continua anche dopo i divieti

Puzzer, la protesta continua anche dopo i divieti
Puzzer, la protesta continua anche dopo i divieti (foto Instagram)

La nostra battaglia è quella di tutti i cittadini italiani“, spiega Puzzer, “questo decreto non è una misura sanitaria ma una misura economica. Non è giusto pagare per andare a lavorare, e anche il vaccino obbligatorio per i sanitari è una cosa assurda”.

Puzzer espone inoltre un cartello in memoria del dottor De Donno, idolo di molti appartenenti al movimento no vax e morto suicida qualche mese fa. Proprio il suicidio di De Donno è stato più volte strumentalizzato in chiave complottista, nonostante la stessa famiglia del medico avesse definito “il silenzio la miglior cura“.

Puzzer, futuro in politica?

Il portuale sembra rispondere così con questa nuova protesta alla misura varata dalla Prefettura di Trieste, che ha bandito fino al 31 dicembre le mobilitazioni in città. Anche a causa dell’alta crescita dei contagi che in molti associano proprio ai cortei contro l’introduzione del Green Pass obbligatorio.

E si parla anche di una possibile candidatura di Puzzer per un ruolo politico. In molti, nei commenti al video, invitano il portuale ad andare avanti e i cittadini romani a sostenerlo.  C’è chi chiede a politici come Paragone, Meloni e Cunial di dare sostegno a Puzzer. Al momento però in piazza del Popolo sono passate soltanto un centinaio di persone.