Matteo Richetti, accuse di molestie: i legali replicano | Calenda lo difende

Sotto accusa a pochi giorni dalle elezioni finisce il senatore Matteo Richetti: cosa ha dichiarato una donna e cosa dicono i legali dell’esponente politico.

Matteo Richetti è il senatore eletto con il Partito democratico che potrebbe essere al centro della lunga intervista, rilasciata da una donna ai microfoni di Fanpage.it. Nessun chiaro riferimento all’esponente politico, ma nelle ultime ore sarebbe partita la caccia al presunto molestatore.

Matteo Richetti Azione Calenda commento
Matteo Richetti, accuse di molestie: i legali replicano | Calenda lo difende

Il racconto arriva da Ambra (nome di fantasia) con tanto di messaggi mostrati durante l’intervista anonima. Si parla di chat, video e anche email, ma Richetti si difende e parla di una perquisizione che andrebbe avanti da un po’ di tempo. Intanto il leader di Azione, Carlo Calenda, ha difeso l’amico e collega, dicendo che “ha denunciato tutto un anno fa“.

Matteo Richetti e le accuse senza mai citarlo, da dove parte tutto

I legali di Richetti, mediante una dichiarazione all’agenzia Adnkronos, hanno parlato di vicenda “altamente lesiva della sua reputazione“. Si tratta di una situazione controversa sulla quale la Procura di Roma avrebbe aperto un fascicolo, soprattutto viste le accuse di molestie rilanciata dalla donna su Fanpage.it. Tutto sarebbe iniziato il 29 novembre 2021 con la denuncia contro ignoti di Richetti alla Polizia Postale di Roma.

Calenda Matteo Richetti accuse
Matteo Richetti e le accuse senza mai citarlo, da dove parte la vicenda

Proprio lo scorso novembre, infatti, la donna era stata denunciata per stalking e minacce social. Intanto la donna ha accusato un senatore, senza far nomi, di averla molestata. Il nuovo braccio destro di Calenda aveva già sporto denuncia contro la donna con l’accusa anche di molestie. Addirittura in casa della giovane sarebbe stata effettuata una perquisizione. La donna avrebbe parlato di una presunta violenza subita, mostrando gli screenshot con i messaggi che sarebbero stati inviati dal senatore, senza però fare alcun nome durante l’itnervista.

La versione della difesa

Da un anno il senatore Richetti ha denunciato alla magistratura e alla polizia postale attività di stalking e minacce riconducibili a una donna già nota alle forze dell’ordine. Attraverso messaggi contraffatti, finti account social e telefonate, la persona in questione sta molestando da mesi il senatore e la sua famiglia. Tutto il materiale è in mano alla magistratura,” ribadiscono i legali di Richetti.

La donna non cita mai Richetti durante l’intervista, ma parla di aver rintracciato altre donne che vorrebbero denunciare simili episodi. “Abbiamo presentato molteplici denunce contro ignoti. Il senatore Richetti è da mesi vittima di accuse destituite di ogni fondamento, specialmente via social network e non solo da una donna che numerose volte lo ha atteso sotto casa“, dichiarano i legali all’Adnkronos. Nel frattempo la Procura di Roma sta indagando sulla veridicità dei messaggi trovati sul cellulare della donna. “Denunci un senatore con l’immunità? A chi crederanno?“, si legge in uno screenshot finito anche in Rete e che arriva a pochi giorni dalle elezioni del prossimo 25 settembre.