Milan, fa festa anche Pioli: ritrova la medaglia scudetto | Striscione contro l’Inter: aperta inchiesta FIGC

Scoppia il caso striscione nel corso dei festeggiamenti del Milan, fresco di scudetto conquistato ieri sul campo del Sassuolo. Nel corso dei festeggiamenti di lunedì i giocatori rossoneri hanno esposto uno striscione offensivo nei confronti dell’Inter.

La procura della Federcalcio ha aperto una inchiesta per violazione del rispetto dei principi di correttezza e lealtà.

Un momento dei fesasteggiamenti per lo scudetto del Milan andati in scena lunedì pomeriggio a Milano

Continuano i festeggiamenti del Milan e dei propri tifosi dopo la conquista del diciannovesimo scudetto. Celebrazioni che sono iniziate ieri pomeriggio a Sassuolo e proseguite tutta la notte. Oggi la sfilata del pullman dalla sede rossonera fino al centro città. A dare la carica anche il tecnico rossonero Stefano PioliA chi ci aveva detto che eravamo più forti senza di voi, non ci aveva capito un c….” ha detto l’allenatore dando il via alla festa del Milan davanti la piazza della sede del club da dove è partita la carovana rossonera.

Due i pullman partiti direzione Duomo, il primo con squadra e staff tecnico, il secondo con i dirigenti. Un lento avanzare nella festa, in mezzo a migliaia di tifosi. Cori, fumogeni, migliaia di persone hanno festeggiato il Milan e il suo allenatore. Un saluto prima di salire sul pullman scoperto, giocatori chiamati uno ad uno. Occhiali da sole, Ibrahimovic osannato, Kessie improvvisa un balletto. Poi la coppa alzata da Romagnoli sotto una pioggia di coriandoli.

Milan, uno striscione di sfottò nei confronti dell’Inter inguaia il club. La procura federale apre inchiesta

A guastare la festa uno striscione esposto da alcuni giocatori nel corso della sfilata. Un messaggio, non proprio educato, nei confronti dei cugini nerazzurri vittoriosi della Coppa Italia nella finale contro la Juventus.

La Coppa Italia mettila nel c…“: è lo striscione mostrato dai giocatori del Milan dal pullman scoperto partito da Casa Milan direzione Duomo. Uno sfottò riferito all’Inter. Un gesto che ricorda quello di Massimo Ambrosini nel 2007, quando durante i festeggiamenti per la Champions League mostrò lo stesso striscione ma riguardante lo scudetto dei nerazzurri, vittoriosi in Serie A la stessa stagione. Due anni dopo, la risposta degli interisti “Ambrosini anche questo mettitelo…“, con il disegno del diciassettesimo scudetto appena vinto sotto la guida di Josè Mourinho.

E per lo striscione esposto oggi dai rossoneri la Procura della Federcalcio – apprende l’ANSA – ha aperto un’inchiestaper presunta violazione dell’art 4 del Codice di giustizia sportiva” (che impone il rispetto dei principi di correttezza e lealtà, ndr).

Ritrovata la medaglia scudetto di Stefano Pioli

Ieri, nell’euforia dei festeggiamenti per lo scudetto conquistato il tecnico Stefano Pioli si era ritrovato senza la medaglia celebrativa della vittoria che ha regalato al suo Milan il titolo numero di 19. Oggi – dopo che lo stesso allenatore rossonero si era rammaricato per la sottrazione del cimelio – i Carabinieri della città emiliana ne sono tornati in possesso grazie all’intervento di tre ragazzi, abitanti nel Reggiano, che hanno consegnato loro la medaglia trovata in campo, non lontano dagli spogliatoi dello stadio. In particolare, a quanto dichiarato, i giovani – tra i 20 e i 25 anni – avrebbero rinvenuto la medaglia sul manto erboso dello stadio, proprio in prossimità dell’ingresso degli spogliatoi, durante i festeggiamenti seguiti alla premiazione della squadra rossonera. I tre ragazzi si sono presentati in Caserma e assistiti dall’ avvocato Alessandro Conti del foro di Reggio Emilia, hanno consegnato la medaglia ai militari che ora stanno avviando le indagini per ricostruire i fatti.