Massimo Galli contagiato, l’ammissione in diretta Tv: ” Positivo a Omicron, non so neanche io come”

Massimo Galli è risultato positivo al Covid-19. Lo ha rivelato lo stesso virologo questa mattina intervenendo in diretta a Mattino 5 su Canale 5.

massimo galli
Massimo Galli contagiato, l’ammissione in diretta tv: ” Positivo a Omicron, non so neanche io come” – Immagine Twitter

“Stamattina sto discretamente meglio, ma sono stato una schifezza. Faccio outing: verosimilmente il 31 dicembre o nei giorni precedenti qualcuno mi ha passato Omicron anche se ho condotto una vita ritiratissima, vedendo pochissime persone”. Con queste parole il virologo Massimo Galli ha rivelato questa mattina di essere risultato positivo al Covid-19, intervenendo in diretta a Mattino 5 su Canale 5.

L’ex primario dell’Ospedale Sacco di Milano, 70 anni, ex capo del Dipartimento di Malattie infettive, vaccinato con tre dosi, è stato contagiato nonostante abbia “visto poche persone a livello conviviale, senza mascherina, ma mai tutte insieme. Questo la dice lunga su quanto questa variante sia contagiosa. Galli ha aggiunto che il ceppo con cui è entrato in contatto “è sicuramente Omicron, sequenziata dalle mie ragazze in laboratorio. Per i vecchiotti come me non è proprio una passeggiata, precisa.

LEGGI ANCHE >> Milano, parla la ragazza molestata a Capodanno: “Urlavo ma non mi lasciavano”

Massimo Galli contagiato: “Salvato dalle 3 dosi”

massimo galli contagiato
Massimo Galli contagiato: “Salvato dalle 3 dosi”

Se non avessi avuto le tre vaccinazioni la cosa sarebbe andata decisamente peggio, tenendo conto della mia età e con la mia storia. Quindi, senza se e senza ma bisogna vaccinarsi, almeno non si crepa. Questo è un dato di fatto”, avverte Galli. Già nei giorni scorsi l’ex primario dell’Ospedale Sacco di Milano aveva messo in guardia sulla pericolosità di Omicron: “Non bisogna iniziare a dire, come qualcuno sta facendo, che è una variante più ‘bonacciona’ e che se dovesse essere molto diffusa potrebbe essere una sorta di surrogato del vaccino. Non è così. Più gente si infetta più è probabile che il virus muti ancora. Può cambiare in meglio, dal nostro punto di vista, ma anche no”, ha sottolineato.

LEGGI ANCHE >> DIRETTA Covid oggi, le notizie in tempo reale 7 gennaio 2022

Per finire un commento sul vaccino che secondo Galli “non è democratico”, perché “alcuni rispondono benissimo, alcuni troppo, altri poco e hanno un effetto che dura di meno”. La terza dose è fondamentale in quanto “risolve in larga misura il problema dell’ospedalizzazione ma non quello dell’infezione, conclude.