Guerra Russia Ucraina, le notizie di venerdì 16 settembre 2022

Diretta guerra Russia Ucraina oggi. Le ultime notizie di venerdì 16 settembre 2022. Gli aggiornamenti in tempo reale sul conflitto.

205esimo giorno di guerra, il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha annunciato la scoperta di una fossa comune, con 440 corpi, a Izyum, la città nella Regione di Kharkiv recentemente strappata agli occupanti russi dalle Forze Armate ucraine. “Vogliamo che il mondo sappia. La Russia lascia morte ovunque. E deve esserne ritenuta responsabile”, la denuncia di Zelensky.

DIRETTA guerra Russia Ucraina
DIRETTA guerra Russia Ucraina oggi, ultime notizie di venerdì 16 settembre 2022

La Casa Bianca ha annunciato un nuovo invio di armi all’Ucraina per 600 milioni di dollari. Ma Mosca avverte: se Kiev dovesse ottenere i missili a lungo raggio che ha richiesto agli Usa “grandi città russe potrebbero essere colpite e questo significherebbe un diretto coinvolgimento statunitense in un confronto militare con la Russia. Intanto Ursula von der Leyen, in visita a Kiev, ha ribadito il sostegno dell’Unione europea all’Ucraina “finché sarà necessario”. E su Putin: “Deve essere processato dalla Corte penale internazionale”.

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA PAGINA IN TEMPO REALE

23.20 – Emmanuel Macron, attuale presidente della Repubblica in Francia, ha commentato con sgomento la scoperta della fossa comune, con oltre 440 corpi senza vita, trovata in Ucraina. “Condanno con la massima fermezza le atrocità commesse a Izyum, in Ucraina, sotto l’occupazione russa. Gli autori dovranno rispondere delle loro azioni. Non c’è pace senza giustizia“, ha ribadito.

22.50 – Zelensky ha rilanciato un nuovo videomessaggio serale per parlare delle ultime novità. “Il mondo deve reagire a tutto questo. La Russia ha ripetuto a Izyum quello che ha fatto a Bucha. E ora abbiamo appena iniziato a conoscere tutta la verità su ciò che è accaduto in questa parte della regione di Kharkiv“, ha spiegato il capo politico di Kiev.

22.25 – Vladimir Putin ha parlato dopo la visita a Samarcanda e si è soffermato sulla questione del grano. “Meno del 5% del grano esportato dall’Ucraina è stato inviato nei Paesi più poveri del mondo“, commenta il presidente russo con i giornalisti.  “Sono 121 le navi che ieri hanno lasciato i porti ucraini. Di queste, solo 3 sono state inviate nei Paesi più poveri nell’ambito del programma alimentare delle Nazioni Unite“, ha ribadito il capo politico di Mosca.

21.55 – Gli stati membri delle Nazioni Unite hanno votato per concedere a Zelensky la possibilità di parlare in video durante l’Assemblea generale in programma nella prossima settimana. Ciò sarebbe avvenuto nonostante l’opposizione della Russia. Dei 193 Stati membri, 101 hanno votato a favore di Zelensky che dovrebbe “presentare una dichiarazione registrata invece di mostrarsi in diretta“. Sete membri hanno votato contro, Russia inclusa: 19 si sarebbero invece astenuti.

21.20 – La stragrande maggioranza dei corpi riesumati a Izyum presenterebbe dei segni causati da morte violenta. A dichiararlo è Volodymyr Zelensky, attuale presidente dell’Ucraina, con un messaggio sui social. Scoperto un luogo di sepoltura di massa dopo la riconquista delle forze militari ucraine nella città orientale del Paese.

20.55 – Il presidente russo Vladimir Putin ha spazzato via il recente successo militare dell’Ucraina nella riconquista della regione di Kharkiv. A suo dire la Russia avrebbe gradualmente preso il controllo di nuove aree del paese. La notizia è stata riportata da Reuters. “Lo stato maggiore considera una cosa importante, un’altra secondaria, ma il compito principale rimane invariato e viene implementato. L’obiettivo principale è la liberazione dell’intero territorio del Donbass“, ha affermato Putin.

19.40 – L’Ucraina ha ricevuto le accuse di aver compiuto attacchi nelle città di Kherson e Lugansk contro funzionari locali che collaborano con Mosca. Almeno cinque missili Himars si sono schiantati contro l’edificio dell’amministrazione centrale a Kherson. Dall’altra parte del Paese, precisamente nella città orientale di Lugansk, un pubblico ministero filorusso è morto insieme al suo vice a causa di un’esplosione. Il consigliere del presidente Volodymyr Zelensky, Mikhailo Podolyak, ha affermato che l’Ucraina non è dietro la misteriosa esplosione avvenuta a Lugansk.

18.55 – La Russia “non ha fretta” di raggiungere i suoi obiettivi in Ucraina, che rimangono inalterati. Lo ha detto il presidente Vladimir Putin, citato dalla Tass.

18.40 – Per il segretario di Stato americano Antony Blinken, le preoccupazioni espresse da Cina e India sulla guerra in Ucraina stanno mettendo pressione su Vladimir Putin per mettere fine alla sua aggressione.

18.20 – Almeno due morti, due uomini di 48 e 52 anni, e un ferito sono il bilancio di un bombardamento d’artiglieria russo sulla cittadina di Velyka Kostromka, nella regione ucraina di Dnipropetrovsk, avvenuto nel pomeriggio. Lo ha detto il capo dell’amministrazione militare ucraina della regione, Valentyn Reznichenko, citato dal sito di Ukrinform. I distretti di Nikopol e Kryvorizka, nella regione di Dnipropetrovsk, erano stati bombardati durante la notte dai russi, ma non risultavano esserci vittime

18.10 –Prima Bucha, poi Mariupol e Irpin, ora Izyum. I criminali di guerra responsabili di questi atti atroci devono essere assicurati alla giustizia“. Lo ha dichiarato la presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola, nel conferenza stampa al G7 dei presidenti dei Parlamenti a Berlino.

17.50 – Il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, ha attaccato Mosca dopo la scoperta di fosse comuni in zone liberate dall’occupazione russa nell’est dell’Ucraina. “Questo fa parte, orribilmente, di una storia continua e in corso ogni volta che vediamo la marea russa ritirarsi dalle parti dell’Ucraina occupate. Vediamo cosa resta dietro”, ha sottolineato il capo della diplomazia di Washington.

17.40 – Segni di tortura sono stati rinvenuti su alcuni dei cadaveri trovati nella fossa comune a Izyum. Lo ha detto a Radio Liberty il commissario della Verkhovna Rada per i diritti umani, Dmitry Lubinets, secondo cui alcuni cadaveri sono stati rinvenuti “con le mani legate” e sono stati uccisi ” a bruciapelo“. Lubinets ha denunciato che nella fossa comune sono state sepolte “intere famiglie, comprese quelle con bambini“.

17.21 –Le sanzioni funzionano. Bisogna capire questo, altrimenti non si comprenderebbero certi comportamenti recenti del presidente Putin e bisogna continuare su quel fronte“. Lo dice Mario Draghi in conferenza stampa. “Dobbiamo continuare sul fronte di sostegno all’Ucraina per la guerra di liberazione da chi ha invaso il paese“.

17.00 – La guerra Russia-Ucraina, l’accordo sull’export di grano dal Mar
Nero e il Gas, sono questi i temi al centro del colloquio tra Vladimir Putin e il collega turco Recep Tayyip Erdogan a Samarcanda in Uzbekistan. A margine del vertice dei leader dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai, il presidente russo e l’omologo turco avrebbero raggiunto un accordo sul pagamento fino al 25% delle forniture di gas russo alla Turchia in rubli. E’ stato lo stesso Putin ad annunciarlo. “Nel prossimo futuro dovrebbe entrare in vigore il nostro accordo sulla fornitura di gas naturale russo alla
Turchia. Il pagamento del 25% delle forniture sarà in rubli” ha concluso.

16.55 – La Russia farà di tutto per porre fine al conflitto in Ucraina “il prima possibile” ma Kiev ha rifiutato di negoziare. Lo ha detto il presidente russo, Vladimir Putin, incontrando, a margine del vertice Sco a Samarcanda, il premier indiano, Narendra Modi.

16.40 – È iniziato il colloquio tra il presidente russo, Vladimir Putin, e l’omologo turco, Recep Tayyip Erdogan, a Samarcanda, in Uzbekistan, dopo che i due leader hanno partecipato al vertice dei Paesi dell’Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai. Lo riportano i media russi. Il conflitto in Ucraina e l’accordo sull’export di grano dal Mar Nero sono i temi in cima all’agenda.

16.20 – Il premier indiano Narendra Modi ha detto al presidente russo Vladimir Putin che “ora non è tempo di guerra“, mentre gli approvvigionamenti alimentari, dei fertilizzanti e la sicurezza energetica sono le principali preoccupazioni del mondo. “So che l’era di oggi non è un’era di guerra, e te ne ho parlato al telefono“, ha detto Modi a Putin nel loro colloquio a margine del vertice Sco.

15.50 – La ministra dell’Interno tedesca, Nancy Faeser, che è anche responsabile per lo Sport, sta spingendo affinché non solo la Russia, ma anche la Bielorussia sia esclusa dalle qualificazioni ai Campionati europei di calcio del 2024 che si svolgeranno in Germania. Come riporta Spiegel, Faeser ha scritto al presidente Uefa, Aleksander Ceferin, dicendo che “non solo la Russia, che sta conducendo una guerra di aggressione in violazione del diritto internazionale, ma anche la Bielorussia, che è un importante sostenitore della leadership russa” dovrebbe essere bandita da tutto il calcio internazionale. Il sorteggio dei gruppi di qualificazione di Euro 2024 si terrà il 9 ottobre a Francoforte.

15.25 –A seguito di un altro attacco russo a Kryvyi Rih, c’è una “grave danneggiamento delle infrastrutture idriche“. Lo ha riferito il capo dell’amministrazione militare regionale di Dnipropetrovsk Valentin Reznichenko. “I russi hanno diretto i loro missili contro importanti infrastrutture causando danni gravi alle infrastrutture idriche. I soccorritori e i servizi di emergenza stanno già eliminando le conseguenze degli attacchi“, ha scritto su Telegram.

15.00 – La volontà della Russia sarebbe quella di mettere fine alla guerra con l’Ucraina. In quale modo e conseguenze? Lo ha spiegato il presidente Vladimir Putin a margine del vertice Sco a Samarcanda. “Vogliamo la fine del conflitto il prima possibile. E’ Kiev che rifiuta i negoziati” spiega il capo del Cremlino citato da Interfax.

14.40 – La Russia fornirà gratuitamente ai Paesi in via di sviluppo oltre 300mila tonnellate di fertilizzanti che, ha spiegato il presidente russo Vladimir Putin intervenendo al vertice della Sco a Samarcanda, sono bloccati nei porti europei. L’Europa, ha aggiunto, ha solo ”parzialmente” rimosso alcune sanzioni logistiche che, secondo Mosca, impediscono la vendita e la distribuzione di questi fertilizzanti nel mondo. E lo ha fatto agendo in modo ”egoistico”, ovvero solo per i suoi Stati membri. ”Solo loro possono avere i nostri fertilizzanti. Ma che dire del mondo in via di sviluppo o dei Paesi più poveri”, si è chiesto.

Per sbloccare questi fertilizzanti, Putin si è anche rivolto al Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, come ha ricordato lui stesso riferendo al vertice Sco. Due giorni fa Guterres aveva definito ”assolutamente fondamentale rimuovere gli ostacoli che ancora impediscono la ripresa dell’esportazione dei fertilizzanti russi”. La ripresa della distribuzione di fertilizzanti russi rientra nell’accordo raggiunto a luglio a Istanbul sullo sblocco dei cereali che erano fermi nei porti dell’Ucraina.

14.00 –Oggi quasi l’intera regione di Kharkiv è stata liberata“. Lo ha annunciato il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky su Telegram, aggiungendo che “si tratta di un risultato senza precedenti per i nostri soldati. Gli ucraini sono riusciti di nuovo a fare ciò che molti pensavano fosse impossibile“.

13.20 – Leonid Psechnik, capo dell’autoproclamata Repubblica di Lugansk, in Ucraina, ha accusato Kiev di avere organizzato l’attentato dinamitardo avvenuto negli uffici della Procura nel centro di Lugansk in cui oggi sono rimasti uccisi il procuratore, Serghei Gorenko, e la sua vice, Yekaterina Steglenko. L’attentato, ha detto sul suo canale Telegram Psechnik, citato dall’agenzia russa Tass, “prova che l’Ucraina, sotto la guida dell’attuale leadership, è uno Stato terrorista”.

12.52La guerra in Ucraina dev’essere vinta, la Russia deve essere considerata responsabile” e pagarne le conseguenze. Lo ha detto la speaker del Congresso statunitense Nancy Pelosi, durante una conferenza stampa a margine del vertice dei Presidenti di parlamento dei Paesi del G7 e dell’Ue, in corso a Berlino.

12.43“I Paesi sviluppati non hanno imparato la lezione della pandemia. Il sistema globale va riformato”. Queste le parole del Presidente turco Recep Tayyip Erdogan durante il vertice dei Paesi del gruppo di Shangai, a Samarcanda in Uzbekistan. “Purtroppo abbiamo visto come le organizzazioni internazionali e i Paesi sviluppati non hanno imparato nulla dalla pandemia e anzi, alcuni Paesi combattono. La Turchia ha fornito i propri vaccini a 161 Paesi e 12 organizzazioni internazionali. Abbiamo l’orgoglio di fregiarci del titolo di Paese più generoso. Sul piano internazionale ci impegniamo a una riforma del sistema globale che sia ampia ed effettiva, essenziale per raggiungere stabilità e benessere nella nostra Regione”, ha detto Erdogan.

Guerra Russia Ucraina, Erdogan: “Impegnati affinché il grano di Kiev arrivi in Africa”

Guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Erdogan: “Impegnati affinché il grano di Kiev arrivi in Africa”

12.27 – Dodici civili, inclusi 2 bambini, sono rimasti feriti durante i bombardamenti russi sulla Regione di Kharkiv. Lo ha riferito il Governatore regionale Oleh Syniehubov precisando che le forze russe hanno preso di mira le aree recentemente liberate, comprese quelle intorno a Izyum e Kupiansk, danneggiando edifici residenziali e ferendo 12 civili, inclusi due bambini di 12 e 13 anni. Lo riporta il Kyiv Independent.

12.18Ankara è impegnata per consentire che il grano esportato dall’Ucraina attraverso il Mar Nero raggiunga i Paesi che ne hanno più bisogno, soprattutto quelli africani. Lo ha dichiarato il Presidente turco Recep Tayyip Erdogan nel corso del suo intervento al vertice dei leader dell’Organizzazione della cooperazione di Shanghai, a Samarcanda in Uzbekistan. Lo riporta Anadolu.

Guerra Russia Ucraina, Putin: “Pronti a dare fertilizzanti gratis ai Paesi poveri”

conflitto Mosca Kiev
Guerra Russia Ucraina, Putin: “Pronti a dare fertilizzanti gratis ai Paesi poveri”

12.03“Accolgo la risoluzione del Parlamento europeo sulle violazioni dei diritti umani, la deportazione forzata di ucraini e l’adozione forzata di bambini ucraini in Russia”. Questo documento “afferma chiaramente trattarsi di una violazione della Convenzione sul genocidio delle Nazioni Unite. Lo scrive su Twitter il Ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba. La Russia commette un genocidio e deve essere ritenuta responsabile”, conclude.

11.55 –  Il Presidente russo Vladimir Putin ha chiesto all’Onu di fare pressioni sulla Ue per eliminare il blocco alle esportazioni di fertilizzanti russi verso i Paesi in via di sviluppo. Secondo Putin, citato da Interfax, circa 300mila tonnellate di fertilizzanti russi sono attualmente fermi nei porti europei. “Siamo pronti a consegnarli gratis a Paesi in via di sviluppo”, ha aggiunto il leader russo precisando di aver già informato il Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.

Guerra Russia Ucraina, Scholz: “Putin è la principale minaccia per la Nato”

conflitto Moscac Kiev
Guerra Russia Ucraina, Scholz: “Putin è la principale minaccia per la Nato”

11.41450 morti… E’ solo una delle fosse comuni scoperte vicino a Izyum. Per mesi un terrore dilagante, violenze, torture e omicidi di massa nei territori occupati. Qualcun altro vuole ‘congelare la guerra’ invece di inviare carri armati? Non abbiamo il diritto di lasciare le persone sole con il Male”. Così in un tweet il consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak.

11.33“La Russia di Putin rappresenta in questo momento la principale minaccia per la Nato“. Lo ha dichiarato il Cancelliere tedesco Olaf Scholz sottolineando come sia necessario abituarsi al fatto che “la Russia di Putin sia un avversario per gli Stati Uniti, per la Nato e per l’Unione europea nel prossimo futuro”. L’Esercito tedesco dovrà arrivare ad “avere le truppe più attrezzate ed equipaggiato d’Europa” perché la Bundeswehr dovrà essere “il pilastro della difesa convenzionale in Europa”, ha aggiunto Scholz.

Guerra Russia Ucraina, Putin: “In atto trasformazioni globali irreversibili”

Putin Samarcanda Uzbekistan
Guerra Russia Ucraina, Putin: “In atto trasformazioni globali irreversibili”

11.19 – Sono 384 i bambini uccisi dalle Forze Armate russe in Ucraina dall’inizio dell’invasione su larga scala dello scorso. 753 quelli rimasti feriti. Lo rende noto l’Ufficio del procuratore generale di Kiev spiegando che il maggior numero di vittime è stato segnalato nell’Oblast di Donetsk (393 i minori colpiti). Il bilancio è provvisorio, il numero dei bambini uccisi potrebbe essere in realtà più alto in quanto il computo non include i dati delle aree occupate dalla Russia e quelle in cui sono ancora in corso le ostilità. Lo riporta il Kyiv Independent.

11.08Trasformazioni fondamentali stanno avvenendo nella politica ed economia mondali, e si tratta di cambiamenti irreversibili”. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin durante il suo intervento al vertice dell’Organizzazione per la cooperazione economica (Sco) a Samarcanda. Lo riporta la TASS.

Guerra Russia Ucraina, Stoltenberg: “Controffensiva Kiev efficace ma il cammino è ancora lungo”

conflitto Mosca Kiev
Guerra Russia Ucraina, Stoltenberg: “Controffensiva Kiev efficace ma il cammino è ancora lungo”

10.47 – Sono almeno 54.050 i soldati russi uccisi in Ucraina dall’inizio dell’invasione su larga scala dello scorso 24 febbraio. Lo rende noto l’Esercito di Kiev nel consueto aggiornamento sulle perdite subite finora da Mosca. Nell’ultimo report si registrano anche 250 caccia russi, 216 elicotteri e 908 droni abbattuti. Inoltre le Forze Armate di Kiev riferiscono di aver distrutto 2.199 carri armati russi, 1.302 sistemi di artiglieria e 4.690 veicoli blindati per il trasporto delle truppe. Lo riporta il Kyiv Independent.

10.33“E’ molto confortante vedere che le Forze Armate ucraine siano in grado di riconquistare territori e anche di colpire le linee russe”. E’ certamente una “controffensiva molto efficace” ma “è necessario che capiamo che questo non significa l’inizio della fine della guerra”. Lo ha dichiarato il Segretario generale della Nato Jens Stoltenberg in un’intervista rilasciata a BBC Radio. “Dobbiamo prepararci per un lungo cammino”, ha aggiunto Stoltenberg.

Diretta guerra Russia Ucraina, Zelensky: “3.800 missili di Mosca sul nostro territorio da inizio conflitto”

Guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Zelensky: “3.800 missili di Mosca sul nostro territorio da inizio conflitto”

10.14 – Il Presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha in programma per oggi un incontro bilaterale con l’omologo russo Vladimir Putin, nell’ambito del vertice dell’Organizzazione della Cooperazione di Shanghai (Sco), in corso da ieri a Samarcanda in Uzbekistan. Lo rende noto l’Ufficio della Presidenza di Ankara.

10.01 – La Russia ha lanciato oltre 3.800 missili sul territorio ucraino dall’inizio dell’invasione dello scorso 24 febbraio. Lo ha reso noto il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky, precisando che “nessun missile avvicinerà la Russia al suo obiettivo” perché “non ci sarà alcuna sottomissione dell’Ucraina”. “Ogni missile avvicina la Russia a un maggiore isolamento internazionale, a un maggiore degrado economico e a una condanna storica ancora più netta”, ha concluso Zelensky. Lo riporta il Kyiv Independent.

Diretta guerra Russia Ucraina, Zelensky: “Bucha, Mariupol e ora Izyum: Mosca sparge morte ovunque”

fossa comune Izyum
Guerra Russia Ucraina, Zelensky: “Bucha, Mariupol e ora Izyum: Mosca sparge morte ovunque”

09.55Bucha, Mariupol, ora, sfortunatamente, IzyumLa Russia lascia la morte ovunque. E deve esserne responsabile. Il mondo deve ritenere la Russia la vera responsabile di questa guerra. Faremo di tutto per questo”. Queste le parole del Presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel consueto videomessaggio serale alla Nazione, a commento della scoperta a Izyum di una fossa comune con 440 corpi. “Memoria eterna a tutti coloro le cui vite sono state portate via dagli occupanti! Gloria eterna a tutti coloro che combattono per l’Ucraina!”, ha aggiunto Zelensky.

09.37Ringrazio il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden per la decisione di stanziare fino a 600 milioni di dollari di aiuti alla difesa ucraina. La nostra collaborazione ha dimostrato la sua efficacia al fronte. E’ una lotta per la libertà”. Lo scrive su Twitter il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky che aggiunge: “La solidarietà e il sincero sostegno dei nostri partner stupiscono il mondo intero. Insieme vinceremo!”.

Diretta guerra Russia Ucraina, Polizia Kiev: “Almeno 440 corpi in una fossa comune a Izyum”

conflitto Mosca Kiev
Guerra Russia Ucraina, Polizia Kiev: “Almeno 440 corpi in una fossa comune a Izyum”

09.28 – Gli Stati Uniti si apprestano ad annunciare ulteriori 600 milioni di dollari di aiuti militari all’Ucraina. Lo riporta Bloomberg.

09.15 – Circa 440 corpi sono stati trovati in una fosse comune a Izyum. Si tratta di “una delle più grandi sepolture di massa trovate in una città liberata” , ha fatto sapere l’investigatore capo della Polizia regionale Kharkiv Serhii Bolvinov a Sky News. Al momento “sappiamo che alcuni sono stati uccisi (a colpi d’arma da fuoco), altri dal fuoco d’artiglieria, o per l’esplosione di mine. Alcuni sono morti negli attacchi aerei. Molti corpi non sono stati ancora identificati. Quindi le cause della morte verranno stabilite dalle indagini”, ha spiegato Bolvinov.

Diretta guerra Russia Ucraina, la cronaca del 205esimo giorno di conflitto

Il conflitto tra Mosca e Kiev giunge al 205esimo giorno con il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky che ha annunciato la scoperta di una nuova fossa comune. Circa 440 i corpi trovati a Izyum, la città nella Regione di Kharkiv recentemente strappata agli occupanti russi dalle Forze Armate ucraine. “Vogliamo che il mondo sappia. La Russia lascia morte ovunque. E deve esserne ritenuta responsabile”, ha accusato Zelensky.

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, la cronaca del 205esimo giorno di conflitto

Intanto Washington ha annunciato un nuovo pacchetto di aiuti militari all’Ucraina per un totale di 600 milioni di dollari. La replica di Mosca: se Kiev dovesse ottenere i missili a lungo raggio che ha richiesto agli Usa “grandi città russe potrebbero essere colpite e questo significherebbe un diretto coinvolgimento statunitense in un confronto militare con la Russia. Intanto la Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, in visita a Kiev, ha ribadito al Presidente Zelensky il sostegno dell’Unione europea all’Ucraina “finché sarà necessario”. E su Putin: “Deve essere processato dalla Corte penale internazionale”.