Scoprono che i loro 3 figli diventeranno ciechi, decisione improvvisa | L’ultimo regalo emoziona

Scoprono che tre dei loro quattro figli presto diventeranno ciechi e non potranno mai più vedere le bellezze del mondo. I genitori organizzano un viaggio esclusivo solo per loro: “Il nostro ultimo regalo”

Una famiglia canadese, mamma Edith Lemay, papà Sebastien Pelletie e ben quattro figli alle prese con il giro del mondo più commovente di sempre. La decisione della coppia di genitori arriva dopo la scoperta della rara malattia dei loro tre figli: retinite pigmentosa.

scoprono figli ciechi
Scoprono che i loro tre figli saranno ciechi, la decisione dei genitori (@Facebook)

Presto tre dei quattro figli della coppia diventeranno ciechi. Dopo la notizia scioccante, i due non si perdono d’animo e scelgono di regalare ai propri figli dei ricordi visivi. Forse gli ultimi e più belli che avranno.

Una storia che nella sua drammaticità ha un risvolto positivo. Fare il tour del mondo con l’unico scopo di regalare ai propri figli gli ultimi momenti di vita visiva più intensi. Gli unici che ricorderanno per il resto della loro esistenza.

Scoprono che i loro tre figli diventeranno ciechi | Genitori regalano il giro del mondo | “Avranno ricordi per sempre”

Tre dei loro loro quattro figli perderanno la vista a causa della retinite pigmentosa, una malattia per la quale non esistono cure. E, prima che la malattia avvolga la loro luce, una coppia di genitori canadesi Edith Lemay e Sebastien Pelletier insieme da oltre 12 anni, hanno voluto fare l’ultimo regalo visivo ai loro figli.

scoprono figli ciechi
Scoprono che i loro tre figli saranno ciechi, la decisone dei genitori (@Facebook)

Il giro del mondo è iniziato e i ricordi visivi saranno molti da custodire quando il buio sopraggiungerà sul loro sguardo. Il giro del mondo durerà circa un anno. Così la famiglia, ha intrapreso il viaggio lo scorso marzo partendo da Montreal e visitando Namibia, Zambia e Tanzania. Non sono mancate la Turchia, la Mongolia e l’Indonesia.

Il calvario per i genitori è iniziato nel 2019 quando Mia, la loro secondogenita, aveva appena tre anni. Notando i problemi alla vista della piccola dopo diverse visite mediche, la diagnosi della rara patologia. Dopo poco tempo, la stessa sorte è accaduta agli altri due figli più piccoli, Collin (7 anni) e Laurent (5 anni), i quali hanno manifestatogli stessi sintomi della sorella maggiore e ricevuto la stessa diagnosi.

Dalla diagnosi solo il primogenito della coppia, Leo di 9 anni, si è salvato. L’assenza di cure per la retinite pigmentosa ha così portato mamma e papà a organizzare il giro del mondo. Alla Cnn, i due coniugi hanno spiegato: “Non c’è niente che possiamo fare e non sappiamo quanto veloce avanzerà. Quando il medico ci ha suggerito di far assorbire ricordi visivi ai bambini abbiamo pensato: non gli faremo vedere un elefante in un libro”. Così, la famiglia si è rimboccata le maniche e ha investito tutti i risparmi per far vedere quell’elefante dal vivo ai loro bimbi.