Mara Venier, la regina della domenica si racconta | “Voleva uccidermi ma l’ho perdonato”

Intervista a tutto tondo alla regina della domenica; Mara Venier racconta al Corriere della Sera aneddoti e vicissitudini di vita che restituiscono l’immagine di una donna di successo ma anche di provata sofferenza.

In procinto di cominciare la sua 14a stagione a Domenica In, battendo al fotofinish anche lo storico mattatore Pippo Baudo, la signora della domenica, Mara Venier, rilascia un’intervista a cuore aperto ad Aldo Cazzullo.

Mara Venier si racconta
Mara Venier racconta l’agghiacciante episodio di violenza vissuto – web source

Il racconto della conduttrice si dipana subito partendo dagli aspetti più professionali, e quindi da tutti i falliti tentativi di sostituirla al varietà pomeridiano di Rai Uno: “E’ successo cinque volte. L’ultima, nel 2017, mi trovai seduto accanto in treno il direttore generale della Rai, che era Mario Orfeo – commenta – Mi chiese: ‘Quando torni a casa?’.

Il segreto? “Sono pop, non trash. Popolare, non volgare. E studio, il sabato sera non esco mai” – ha risposto “Zia Mara”. Poi la star televisiva si sofferma sulla sua vita privata e su Renzo Arbore , così come pure sugli amici del cerchio magico: da Galeazzi a Ozpetk passando per Alberto Matano. Ma c’è una cosa che dietro le righe impensierisce la Venier. Un tema molto delicato che le sta a cuore: la violenza contro le donne.

Mara Venier e il suo impegno civile sul tema della violenza sulle donne: “mi aspettava sotto casa”

Innanzitutto, la violenza contro le donne. Nella prima puntata avrò ospite la sorella di Alessandra, la signora di Bologna massacrata a martellate dal compagno più giovane – anticipa la conduttrice – Una storia terribile di ossessione, di possesso, di libertà negata, di violenza, io ne so qualcosa”.

Durante il racconto l’argomento fa da apripista all’esperienza vissuta dall’ex attrice veneziana, quando faceva coppia con un uomo molto pericoloso. Stando a quanto si apprende dalla Venier il suo compagno era un violento, che malgrado tutto continuava a dirle di amarla, senza rendersi conto che quello non era amore. Un rapporto tossico di cui la nota presentatrice ne sottolinea l’spetto “distruttivo”.

Mara Venier si racconta
Mar Venier racconta l’agghiacciante episodio delle violenza subita – web source

Ancora nella narrazione, ad un certo punto giunge l’amara riflessione, fatta di dettagli inquietanti: “mi aspettava sotto casa con un coltello” – aggiunge la Venier. Si trattava di un tizio che “non ha accettato la fine della nostra storia” – continua.

E’ arrivato a cercare di uccidermi” – commenta ancora incredula dell’accaduto Mara Venier. Ma non solo, nonostante i tanti anni trascorsi, nella donna è ancora presente il ricordo della paura della violenza fisica subita e di quella di sporgere denuncia, il tutto in un guazzabuglio di sentimenti uniti all’amore per l’uomo che le faceva del male e che non voleva al contempo perdere.

La conduttrice Rai poi si risolleva e confessa di essere riuscita a denunciarlo, quell’uomo. Il seguito è un monito alle donne, incoraggiandole a mollare il proprio partner al primo atteggiamento violento, senza abbandonarsi alla logica della “crocerossina”.

Mara Venier: dalle origini al successo

Si volta pagina e, dopo l’ammissione del perdono del suo “carnefice, Mara Venier apre una finestra più rosea sul suo passato, raccontando di come il principe Sebastien Von Furstenberg, nipote di Gianni Agnelli e figlio di Clara, sia stato il suo primo corteggiatore.

Il suo è un volo pindarico che plana anche sugli amati genitori. Le origini umili di una famiglia molto affiatata e poi l’aneddoto di salutare la “mammina” dalle dirette televisive, che le costò il richiamo dell’azienda pubblica.

Mara Venire Instagram
Mara Venier su Instagram con Nicola Carraro – Instragram

E qui ,però, il racconto si fa cupo, e la rievocazione degli episodi connessi alla malattia di mamma Elsa fa scendere un velo di tristezza sulle parole della protagonista di Domenica In. Un momento subito controbilanciato dal racconto della sua “prima volta”, della “fuitina”, del matrimonio e della nascita di Elisabetta. Ma anche il trasferimento a Roma, l’inizio della carriera come modella per Roberto Capucci. I primi frammenti di celebrità sul set di “Diario di un italiano”.

Nello snocciolare episodi e aneddoti, Mara Venier parla anche del rapporto con le colleghe Maria De Filippi e Barbara D’Urso ma, soprattutto, di Nicola Carraro: l’uomo che ha sposato nel 2006 grazia a Melania Rizzoli. A quanto pare un rapporto nato sulla “pasta e fagioli” … “Io la conosco perché fa una pasta e fagioli favolosa” – attaccò bottone l’ex produttore la prima volta che la vide. Il resto è storia e vita presente.