Guerra Russia Ucraina oggi. Le notizie di mercoledì 22 giugno 2022. Cosa è successo nel 119mo giorno del conflitto

Procede senza sosta la guerra in Ucraina con la Russia. Tutti gli aggiornamenti sul conflitto: cosa è accaduto durante la giornata di mercoledì 22 giugno 2022. 

119esimo giorno di guerra, tensione alle stelle nell’area baltica, dopo che la Lituania ha bloccato il transito delle merci dirette verso l’exclave russa di Kaliningrad, ormai centro delle schermaglie diplomatiche tra Russia e Occidente.

DIRETTA guerra Russia Ucraina oggi, ultime notizie di mercoledì 22 giugno 2022

“La Lituania è un membro della Nato e gli Usa sono al suo fianco. Il nostro sostegno è blindato” ha assicurato il portavoce del dipartimento di Stato americano Ned Price ribadendo che “un attacco a un membro costituirebbe un attacco a tutti”.

Nel consueto videomessaggio notturno il Presidente ucraino Zelensky torna a chiedere il “settimo pacchetto di sanzioni Ue” nei confronti di Mosca, “è necessario il prima possibile. La Russia deve sentire un costante aumento della pressione per la guerra”, ha aggiunto Zelensky. Intanto Putin annuncia un nuovo supermissile a disposizione dell’Esercito russo: si chiama Sarmat e sarà operativo entro la fine dell’anno.

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA PAGINA IN TEMPO REALE

23.30 – Il sindaco di Enerhodar, città a sud dell’Ucraina, ha annunciato che diversi abitanti sarebbero stati rapiti dai militari russi. Fra questi vi sarebbero anche lavoratori della centrale nucleare di Zaporizhzhia. “Il luogo in cui si trovano alcuni di loro è ignoto. Le condizioni degli altri sono molto difficili: torturati con l’elettroshock, abusati fisicamente e moralmente“, ha dichiarato Dmytro Orlov parlando al The Guardian.

22.25 – Il capo dei servizi segreti ucraini, Kyrylo Budanov, ha parlato di quanto sta accadendo e del possibile rafforzamento delle forze militari della Bielorussia nelle zone di frontiera vicino l’Ucraina. “In questa fase non c’è nessuna minaccia da parte bielorussa, ve lo posso dire con assoluta fiducia. La situazione è completamente sotto controllo. In Bielorussia continuano l’addestramento militare e il rafforzamento del confine e sono in corso una serie di azioni militari. Ma queste non mirano a combattere l’Ucraina“, ha commentato Budanov in una nota citata dall’Ukrainska Pravda.

22.00 – Il governatore di Lugansk, Serhii Haidai, ha annunciato nuovi attacchi in diverse zone della regione. “I russi continuano a portare delle truppe nella direzione di Toshkivka e Zolote, vogliono accerchiare i nostri militari. Lì ci sono combattimenti in corso. Lysychansk è sotto continui attacchi. I russi hanno rinunciato di attraversare il fiume Siverskyy Donets“, ha ribadito in un messaggio su Telegram.

21.10 – Joe Biden ha chiesto durante il Congresso di sospendere per 90 giorni la tassa federale sulla benzina. Il presidente statunitense ha parlato proprio di quanto sta accadendo con la guerra in Ucraina, così come le conseguenze causate dal conflitto. “L’aumento del prezzo della benzina è stato causato dalla guerra di Putin in Ucraina e anche dal fatto che gli Usa e il resto del mondo non gli hanno permesso di farla franca“, ha commentato Biden.

20.45 – Boris Johnson ha rilasciato una intervista congiunta con diversi organi d’informazione a cui ha partecipato anche il Corriere della Sera. Il premier britannico ha tracciato un bilancio su cosa sta accadendo in Ucraina. “C’è il rischio di una stanchezza sull’Ucraina, c ’è il rischio che la gente non riesca a vedere che questa è una battaglia vitale per i nostri valori, per il mondo. Gli ucraini non vogliono essere forzati a un negoziato, non acconsentiranno a un conflitto congelato nel quale Putin è in grado di continuare a minacciare ulteriore violenza e aggressione“, ha ribadito il premier britannico.

19.50 – La raffineria russa di Novoshakhtinsk nella regione di Rostov, colpita oggi da due “droni ucraini“, è di proprietà della società Peton Invest Technology, legata a Oksana Marchenko, la moglie dell’oligarca ucraino filorusso Viktor Medvedchuk agli arresti in Ucraina con accuse di alto tradimento. La raffineria è inoltre sotto sanzioni da parte di Kiev per presunte forniture di petrolio alle regioni separatiste del Donbass. Lo riferisce la Tass.

19.40 – Sono stati liberati ad oggi 1.026 centri abitati. Sui territori liberati è in corso la ricostruzione dell’infrastruttura. Ad affermarlo è il vice capo dell’Ufficio presidenziale, Kyrylo Tymoshenko nel corso di un briefing secondo quanto riferisce Radio Svoboda.

19.25 – L’Estonia verrebbe cancellata dalla carta geografica e il centro storico della sua capitale, Tallinn, verrebbe raso al suolo sulla base degli attuali piani della Nato in caso di attacco della Russia. Lo ha dichiarato il primo ministro Kaja Kallas ricordando che gli attuali piani di difesa dell’alleanza militare per i tre Stati baltici prevedono che prima vengano invasi e poi liberati dopo 180 giorni. Le parole di Kallas, riprese dal Financial Times, precedono il vertice Nato che si terrà a partire da martedì prossimo a Madrid, dove si discuterà dei piani per la difesa del fianco orientale dell’alleanza alla luce dell’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca, compreso il modo per difendere meglio i Paesi baltici.

La Nato prevede di aggiornare la sua ‘postura’ verso la Russia e di strutturare meglio la difesa del fianco orientale benché le richieste di un maggiore dislocamento di truppe e lungo termine sul suolo dei Paesi Baltici non sembrano aver accolto i favori degli alleati, che si stanno invece orientando verso un assetto più flessibile, basato sulla rotazione dei soldati e il pre-posizionamento di mezzi e risorse.

19.15 –Accogliamo con favore gli sforzi del segretario generale dell’OnuAntonio Guteressper sbloccare le esportazioni di grano dai porti ucraini. Le consultazioni sono in corso. Tuttavia, nessun accordo concreto su colloqui tra Ucraina, Russia, Turchia e Nazioni Unite è stato finora raggiunto. La sicurezza rimane un elemento chiave della posizione dell’Ucraina“. Lo ha scritto su Twitter il portavoce del ministero degli Esteri di Kiev, Oleg Nikolenko. Nelle scorse ore, fonti di Ankara avevano annunciato che i colloqui a quattro si sarebbero svolti la prossima settimana a Istanbul.

19.00 – Le agenzie di intelligence russe hanno hackerato numerosi obiettivi in Usa e in altri Paesi alleati pro Kiev, secondo un rapporto Microsoft che mostra come Mosca abbia lanciato una cyber war globale dopo l’invasione dell’Ucraina. Gli kacker russi, secondo il rapporto, hanno tentato di infiltrare i network (riuscendoci in quasi il 30% dei casi), di oltre 100 organizzazioni in Usa e di altre decine in 42 Paesi dall’inizio della guerra. Tra i target i ministeri degli Esteri dei Paesi Nato, organizzazioni umanitarie, think tank, gruppi IT e fornitori di energia.

18.40 – “Accogliamo con favore gli sforzi del segretario generale dell’OnuAntonio Guteressper sbloccare le esportazioni di grano dai porti ucraini. Le consultazioni sono in corso. Tuttavia, nessun accordo concreto su colloqui tra Ucraina, Russia, Turchia e Nazioni Unite è stato finora raggiunto. La sicurezza rimane un elemento chiave della posizione dell’Ucraina“. Lo ha scritto su Twitter il portavoce del ministero degli Esteri di Kiev, Oleg Nikolenko. Nelle scorse ore, fonti di Ankara avevano annunciato che i colloqui a quattro si sarebbero svolti la prossima settimana a Istanbul.

18.25 – Colpi di mortaio sparati dalle forze russe hanno provocato oggi la morte di 5 donne nel distretto di Izyum, nell’oblast di Kharkiv, nell’Ucraina orientale. Lo ha riferito il capo dell’amministrazione del distretto, Stepan Maselsky, citato dall’Ukrainska Pravda, secondo cui 5 civili sono state colpite intorno alle 13.30 locali vicino all’ingresso di un palazzo nel villaggio di Pryshib.

18.10 – Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, parteciperà in videoconferenza al vertice della Nato previsto a Madrid i prossimi 29 e 30 giugno: lo ha reso noto in conferenza stampa il ministro degli Esteri spagnolo, José Manuel Albbares. Zelensky si connetterà alla sessione in cui verrà affrontato specificamente il tema dell’invasione russa del suo Paese. Al vertice madrileno sono attese circa 5.000 persone, ha aggiunto Albares. Saranno 10.000 gli agenti delle forze dell’ordine messi in campo per garantire la sicurezza del summit. “È il momento più difficile dalla Guerra Fredda“, ha aggiunto da parte sua la ministra della difesa spagnola, Margarita Robles, che ha poi messo l’accento su come la Nato offra un “ombrello di protezione” di fronte ad aggressioni come quella che sta subendo l’Ucraina ma che “possono avvenire in qualsiasi momento“.

17.50 – Di fronte all’invasione russa dell’Ucraina bisogna scongiurare il pericolo di un ‘genocidio’, per questo il governo tedesco deve proteggere l’Ucraina. Lo ha detto oggi al Bundestag Friedrich Merz, leader dell’opposizione Cdu-Csu. Merz ha poi salutato il fatto che siano “finalmente avvenute le consegne delle armi” a Kiev, aggiungendo che il suo gruppo ne è soddisfatto, anche se sarebbe potuto ‘accadere prima‘. Proprio oggi la ministra tedesca della Difesa, Christine Lambrecht, ha confermato che l’Ucraina ha ricevuto, come previsto, 12 obici semoventi PzH 2000: sette in arrivo dalla Germania e cinque dai Paesi Bassi.

17.15 – Sull’Ucrainasappiamo anche che ci aspetta un lavoro importante. Prendiamo ad esempio la lotta alla corruzione. L’Ucraina ha già compiuto passi importanti nella giusta direzione. Ha istituito i necessari organismi anticorruzione. Ma ora queste istituzioni devono prendere vita. Hanno bisogno di essere rafforzate e di persone giuste che ricoprano incarichi di alto livello“. Lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen alla Plenbaria del Pe.

Oppure prendiamo l’eccessiva influenza degli oligarchi sull’economia. L’Ucraina ha adottato una legge coraggiosa per spezzare la presa degli oligarchi sulla vita economica, politica e pubblica dell’Ucraina. Di fatto, è l’unico Paese del Partenariato orientale ad averlo fatto. Ora si tratta di trasformare la legge in un cambiamento positivo e duraturo. Ho discusso di questo e di altri temi con il Presidente Zelensky e il Primo Ministro Shmyhal durante la mia recente visita a Kiev. E so che il popolo ucraino vuole continuare a percorrere il cammino di modernizzazione, la strada della democrazia, la strada che porta all’Europa“, ha concluso.

16.27 “Per dimostrare la propria presenza e camuffare le operazioni in corso, l’Eesercito bielorusso sta posizionando al confine con l’Ucraina dei carri armati ‘fantoccio’ in legno. Lo ha reso noto in un briefing il portavoce del Ministero della Difesa ucraino Aleksandr Motusianyk. Lo riporta Unian.

16.11 – L’Unione Europea è pronta ad aprire le sue porte all’Ucraina e a concederle lo status di candidato. Lo ha annunciato la Presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola, citata da Unian. “Per me l’Ucraina è l’Europa – ha sottolineato Metsola – questa settimana è molto importante, perché decideremo insieme a tutta la famiglia europea di aprire le nostre porte agli ucraini che hanno dimostrato tanto coraggio, lottando per gli stessi valori in cui crediamo. Non vedo l’ora di accogliere i nostri fratelli e sorelle ucraini nella nostra famiglia”, ha concluso.

Guerra Russia Ucraina, Scholz: “Germania difenderà i Paesi orientali della Nato”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Scholz: “Germania difenderà i Paesi orientali della Nato”

16.00 – Almeno 22mila persone sono morte a Mariupol dall’inizio della guerra. Lo ha reso noto durante un briefing il Sindaco della cittadina portuale ucraina Vadim Boychenko. Lo riporta NEXTA.

15.49 “Confermo ciò che ho già detto il 27 febbraio: difenderemo ogni metro quadrato della Nato. Lo ha dichiarato il Cancelliere tedesco Olaf Scholz intervenendo al Bundestag. “Oggi i nostri partner dell’est Europa possono fidarsi della Germania, ha aggiunto.

Guerra Russia Ucraina, Putin: “Problemi economici globali cronicizzati da operato occidentale”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Putin: “Problemi economici globali cronicizzati da operato occidentale”

15.37I problemi nell’economia globale stanno diventando cronici a causa dell’operato dei Paesi occidentali. Lo ha detto il Presidente russo Vladimir Putin intervenendo al BRICS Business Forum. “Vengono introdotte sempre più sanzioni a sfondo politico – spiega Putin – c‘è una deliberata rottura dei legami di cooperazione, le catene dei trasporti e della logistica stanno crollando. E tutto ciò è contrario al buon senso e alle elementari logiche economiche, va a scapito degli interessi delle imprese su scala globale e incide in modo negativo sul bene delle popolazione di tutti i Paesi”, sottolinea.

“Di conseguenza, i problemi nell’economia globale stanno diventando cronici. Vi è un calo dell’attività imprenditoriale, un aumento della disoccupazione, una carenza di materie prime e componenti, le difficoltà nel garantire la sicurezza alimentare globale si stanno aggravando, i prezzi per i raccolti di grano e altri i prodotti agricoli di base stanno aumentando”, conclude. Lo riporta la TASS.

Guerra Russia Ucraina, Zelensky: “Il male è tornato, lottiamo per una nuova vittoria”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Zelensky: “Il male è tornato, lottiamo per una nuova vittoria”

15.29“Ogni anno, il 22 giugno onoriamo la memoria di tutti coloro che sono morti nella seconda guerra mondiale. Milioni di vite perse e destini paralizzati. Questo non sarebbe dovuto accadere di nuovo, ma il male è tornato. Il 24 febbraio gli occupanti sono arrivati nella nostra terra. E stiamo lottando per una nuova vittoria. Nessun nemico spezzerà la nostra volontà. Ricordiamo le vittime della seconda guerra mondiale! Crediamo nel bene, nella pace e nella giustizia!”. Questo il messaggio del Presidente ucraino Volodymyr Zelensky sul suo canale Telegram.

15.15 – Gli imprenditori dei Paesi BRICS stanno facendo affari in condizioni difficili, mentre l’Occidente trascura i principi di base dell’economia di mercato. Lo ha detto il Presidente russo Vladimir Putin, citato dalla TASS. “Gli imprenditori dei nostri Paesi devono fare i conti con lo sviluppo del business in condizioni difficili – spiega Putin – mentre i partner occidentali trascurano i principi base dell’economia di mercato, del libero scambio, dell’inviolabilità della proprietà privata e perseguono un percorso macroeconomico sostanzialmente irresponsabile, compreso il lancio di una macchina da stampa , l’emissione incontrollata e l’accumulo di debiti non garantiti”, conclude.

Guerra Russia Ucraina, Kuleba: “Grato a Di Maio, Italia dalla parte giusta della storia”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Kuleba: “Grato a Di Maio, Italia dalla parte giusta della storia”

15.07Kiev ha assicurato che non attaccherà la Russia con armi occidentali. Lo riferisce il Ministro della Difesa tedesco Christine Lambrecht. L’Ucraina ha assicurato ai paesi occidentali che non attaccherà il territorio russo e utilizzerà le armi fornite dall’Occidente solamente per la propria difesa. Lo riporta il Kyiv Independent.

14.55“Grato a Luigi Di Maio per la sua integrità. L’Italia ha scelto la parte giusta della storia: sostenere l’Ucraina è l’unico modo per avvicinare la pace in Europa. Negare il sostegno dell’Ucraina incoraggerebbe la Russia a continuare la guerra e ad espanderla oltre i confini dell’Ucraina”. Così il Ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba dopo l’uscita dell’omologo italiano dal M5S.

Guerra Russia Ucraina, Mosca: “Priorità è evitare conflitto tra potenze nucleari”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Mosca: “Priorità è evitare conflitto tra potenze nucleari”

13.23 – In questo momento la priorità assoluta della Russia è prevenire un conflitto diretto tra potenze nucleari. Lo ha garantito il viceministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov in conferenza stampa. “Tenendo conto dei rischi di un’ulteriore escalation della crisi ucraina e dell’imprevedibilità generale dell’evoluzione della situazione internazionale, la priorità incondizionata della diplomazia russa è prevenire un conflitto diretto tra potenze nucleari e mantenere un dialogo”, spiega Ryabkov. “Oggi è estremamente importante il lavoro per garantire la stabilità strategica, preservare i regimi di non proliferazione delle armi di distruzione di massa e migliorare la situazione nel campo del controllo degli armamenti”, ha aggiunto.

13.11 – Le Forze Armate ucraine hanno lanciato un attacco aereo sull’Isola dei Serpenti. L’offensiva, sull’isola conquistata dalle truppe russe durante le prime fasi del conflitto, causato “perdite significative” al nemico. Lo rende noto il Comando Operativo Meridionale dell’esercito di Kiev su Facebook.

Guerra Russia Ucraina, Podolyak su Di Maio: “Grati a chi sceglie di schierarsi dalla nostra parte”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Podolyak su Di Maio: “Grati a chi sceglie di schierarsi dalla nostra parte”

13.05Ogni politico sceglie come entrare nei libri della storia mondiale. Un atto forte di Luigi Di Maio – un leader che comprende le sfide del tempo per l’Europa. La politica italiana è una questione solo italiana . Ma siamo grati a tutti coloro che hanno scelto la parte del bene ucraino. Così su Twitter il consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak.

12.44 – In queste ore oltre 1.300 tra soldati e mercenari ucraini sono circondati a sud di Lysychansk, nell’Ucraina orientale. Lo rende noto il Ministero degli Interni dell’autoproclamata Repubblica di Lugansk, citato dalla TASS.

Guerra Russia Ucraina, Peskov su Kaliningrad: “Sanzioni Ue inaccettabili, valutiamo misure ritorsive”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Peskov su Kaliningrad: “Sanzioni Ue inaccettabili, valutiamo misure ritorsive”

12.33 –  Le sanzioni dell’Ue che hanno portato la Lituania a imporre il parziale divieto di transito di merci dalla Russia continentale all’exclave di Kaliningrad sono “assolutamente inaccettabili”. Lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov, precisando che è “prematuro” parlare della natura e delle tempistiche dei provvedimenti che verranno adottati ma Mosca “sta valutando diverse misure di ritorsione”.

12.13 – Una “tragedia umanitaria derivante dalla crisi alimentare che sta per abbattersi su coloro che sono i più poveri. Lo ha detto il Presidente del Consiglio Mario Draghi, durante la replica alla Camera dopo le comunicazioni di ieri, in vista del Consiglio europeo.  La “colpa è delle sanzioni o dell’Europa?  – chiede Draghi – no, la colpa è della Russia che ha dichiarato guerra all’Ucraina, conclude.

Ucraina, Zakharova: “Pronti a fornire assistenza su export grano”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Zakharova: “Pronti a fornire assistenza su export grano”

12.03Mosca è “pronta a fornire assistenza” alle esportazioni di grano dai porti ucraini da parte di navi straniere. Lo ha dichiarato la portavoce del Ministero degli Esteri russo Maria Zakharova. Lo riporta Ria Novosti.

11.55 – Sono circa 34.230 i soldati russi uccisi in Ucraina dall’inizio dell’invasione. Lo rende noto l’Esercito di Kiev nel quotidiano aggiornamento sulle perdite subite finora da Mosca. Nel report si registrano anche 216 caccia russi, 182 elicotteri e 614 droni abbattuti. Le Forze Armate di Kiev riferiscono anche di aver distrutto 1.496 carri armati russi, 752 pezzi di artiglieria, 3.614 veicoli blindati per il trasporto delle truppe e 14 navi.

Guerra Russia Ucraina, colloqui Mosca-Ankara su export grano

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, colloqui Mosca-Ankara su export grano

11.47 – Confronto tra le delegazioni dei Ministeri della Difesa di Russia e Turchia oggi a Mosca. Lo ha annunciato il Ministero della Difesa russo riferendo che nei colloqui i due Paesi hanno affrontato il tema delle misure per sbloccare l’export di grano dai porti ucraini. Lo riporta Ria Novosti.

11.35 – La possibile risposta alle restrizioni imposte dalla Lituania al transito delle merci nella Regione di Kaliningrad sarà pratica piuttosto che diplomatica. Lo ha dichiarato la portavoce del Ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, citata da Interfax.

Guerra Russia Ucraina, Governatore Lugansk: “Truppe di Mosca si avvicinano a Lysychansk”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Governatore Lugansk: “Truppe di Mosca si avvicinano a Lysychansk”

11.22 – Le truppe russe avvicinano alla città di Lysychansk, nell’Ucraina orientale, mentre proseguono i combattimenti in strada nella vicina Severdonetsk. Lo riferisce su Telegram il capo dell’Amministrazione militare regionale di Lugansk Serhii Gaidai, citato da Ukrinform. “I russi si stanno avvicinando a Lysychansk, stanno entrando nei villaggi vicini e attaccano la città con l’aviazione, i carri armati e l’artiglieria”, scrive Gaidai. “La situazione è difficile in direzione di Popasna – prosegue Gaidai – il nemico è entrato a Toshkivka ed ha intensificato gli attacchi contro altri insediamenti. L’occupante russo sta entrando a Ustynivka, Pidlisne e Myrna Donyna. E sta conducendo un’offensiva su Bila Hora. Non è facile per i nostri soldati mantenere la difesa vicino a Hirske, conclude.

11.15 – Le Autorità di Kaliningrad reindirizzeranno i carichi non autorizzati entro poche settimane. Ci vorranno alcune settimane prima che la Regione di Kaliningrad reindirizzi i carichi non sanzionati dai traghetti alla ferrovia, mentre i carichi per i quali la Lituania ha un transito limitato partiranno via mare. Lo ha annunciato il Governatore Anton Alikhanov in onda sul canale televisivo Solovyev Live. Lo riporta la TASS.

Guerra Russia Ucraina, Zakharova: “Da Mosca 25 milioni di tonnellate di grano sui mercati”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Zakharova: “Da Mosca 25 milioni di tonnellate di grano sui mercati”

11.01324 bambini sono morti in Ucraina dall’inizio dell’invasione russa dello scorso 24 febbraio. Più di 592 quelli rimasti feriti. Lo ha reso noto l’Ufficio del procuratore generale ucraino precisando che le cifre dovrebbero essere più elevate poiché non includono le vittime nelle aree in cui sono attualmente in corso le ostilità. Lo riporta il Kyiv Independent.

10.55 – Entro la fine del 2022 la Russia esporterà sui mercati globali 25 milioni di tonnellate di grano e 22 milioni di tonnellate di fertilizzanti. Lo ha dichiarato in conferenza stampa la portavoce del Ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

Guerra Russia Ucraina, Governatore Lugansk: “Ancora 568 persone nello stabilimento Azot”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Governatore Lugansk: “Ancora 568 persone nello stabilimento Azot”

10.44 – 568 persone, tra cui 28 bambini, sono ancora rifugiate nello stabilimento Azot di Severodonetsk. Lo ha reso noto il Governatore della Regione di Lugansk Serhiy Gaidai, citato dall’Ukrainska Pravda. “Ora è molto pericoloso evacuarle, quindi è più sicuro per loro stare nei rifugi”, ha aggiunto.

10.33Bombardamenti alle 4:30. Vietata la parola ‘guerra’. Hanno accusato altri Paesi di aggressione. Gli psichiatri del futuro esamineranno: come dopo aver costruito per anni il culto della Seconda Guerra Mondiale, la Russia abbia iniziato a ricreare pagine sanguinose della storia e ogni passo dei nazisti. Il nome dell’ultimo capitolo è noto: tribunale. Lo scrive su Twitter il Consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak.

Guerra Russia Ucraina, allarme Iea: “Europa si prepari a stop totale gas Mosca”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, allarme Iea: “Europa si prepari a stop totale gas Mosca”

10.00 – Secondo il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia (Iea) l’Europa deve prepararsi allo stop completo delle forniture di gas russo questo inverno. “L’Europa dovrebbe essere pronta nel caso in cui il gas russo sia completamente tagliato fuori”, ha spiegato Faith Birol in un’intervista rilasciata al Financial Times. “La riduzione delle forniture decisa dalla Russia la scorsa settimana può essere una premessa di altri tagli, nel tentativo di Mosca di usarla come ‘leva’ per la guerra all’Ucraina”, ha aggiunto Birol.

09.09 – L’aeronautica militare ucraina ha distrutto due depositi di munizioni russi, due veicoli aerei senza pilota, 10 veicoli blindati e un missile il 21 giugno nell’Oblast di Donetsk. Nel sud del Paese le Forze Armate di Kiev invece hanno distrutto due obici semoventi, un trattore di artiglieria, una stazione per la guerra elettronica, un deposito di munizioni e cinque veicoli corazzati, uccidendo 49 soldati russi. Lo rende noto il Kyiv Independent.

Diretta guerra Russia Ucraina, cronaca del 119esimo giorno di conflitto

Il conflitto tra Mosca e Kiev giunge al 119esimo giorno, sale la tensione nell’area baltica, dopo che la Lituania ha bloccato il trasporto delle merci dirette verso l’exclave russa di Kaliningrad, ormai simbolo delle schermaglie diplomatiche tra Russia e Occidente.

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, cronaca del 119esimo giorno di conflitto

“La Lituania è un membro della Nato e gli Usa sono al suo fianco. Il nostro sostegno è blindato” ha garantito il portavoce del dipartimento di Stato americano Ned Price ricordando che “un attacco a un membro costituirebbe un attacco a tutti”.

Stanotte, nel consueto videomessaggio alla Nazione, il Presidente ucraino Zelensky è tornato a chiedere il “settimo pacchetto di sanzioni Ue” nei confronti di Mosca, “è necessario il prima possibile. La Russia deve sentire un costante aumento della pressione per la guerra”, ha aggiunto Zelensky. Nel frattempo Putin annuncia un nuovo supermissile a disposizione dell’Esercito russo: si chiama Sarmat e sarà operativo entro la fine dell’anno.