Alpini, caos molestie: bufera per le parole del sindaco di Trieste | Dipiazza in diretta tv non si trattiene: scoppia il caos

Il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza è al centro di una nuova polemica per la vicenda delle presunte molestie: il commento sugli alpini fa discutere.

Roberto Dipiazza analizza in diretta tv e accende un dibattito in seguito ai commenti pronunciati proprio dopo gli episodi dell’adunata degli alpini a Rimini. Le parole del primo cittadino di Trieste fanno discutere e non mancano gli attacchi nei confronti del sindaco friulano.

Dipiazza Trieste
Alpini, caos molestie: bufera per le parole del sindaco di Trieste | Dipiazza in diretta tv non si trattiene: scoppia il caos

Le sue parole arrivano dopo presunti casi di molestie raccontati proprio da alcune donne durante la manifestazione avvenuta in terra romagnola. Dipiazza cerca di controbattere e non fa altro che aumentare l’eco mediatico di una vicenda che suscita grande indignazione.

Alpini e il commento del sindaco di Trieste Dipiazza alza un polverone | Le dichiarazioni

Ad accendere gli animi ci pensa Roberto Dipiazza che si sbilancia e dichiara apertamente all’emittente televisiva TeleQuattro di non essere d’accordo con quanto sta emergendo. “Una ha raccontato di avere un ricevuto una battuta del tipo ha un bel paio di gambe e si è sentita violentata. Quando vediamo passare una bella ragazza, cosa pensiamo? Siamo maschi. Ma stiamo scherzando? Se le avessero detto hai un bel c***, cosa avrebbe fatto allora? Viva gli alpini! Viva gli alpini! Vorrei dire a questa persona: signora, guardi che la violenza è un’altra cosa“, dichiara il sindaco di Trieste.

L’attacco è rivolto anche all’associazione Non Una Di Meno che ha denunciato questi episodi, commentando come i protagonisti siano esclusivamente della vera e propria “gentaglia“. Sono centinaia le segnalazioni riguardanti i presunti casi di molestie avvenuti a Rimini. Le associazioni si mobilitano e chiedono a gran voce di chiarire e accertare la verità dei fatti.

Centinaia le segnalazioni all’adunata degli Alpini di Rimini, Dipiazza alza un nuovo polverone

Nel frattempo diversi gruppi hanno parlato di oltre 160 racconti e di oltre 500 segnalazioni pervenute sui presunti casi di molestie. Fonti della polizia avrebbero parlato di ulteriori testimonianze in arrivo per raccontare la dinamica dei vari episodi contestati. Intanto sul caso di una 26enne, infatti, la Procura di Rimini ha aperto un fascicolo contro ignoti.

Lo stesso sindaco di Trieste non ha fatto altro che aumentare le polemiche con le sue dichiarazioni in diretta televisiva. “Si fanno degli apprezzamenti, è normale. Fare queste polemiche significa fare male a tutto” ha concluso Dipiazza nel suo intervento in diretta televisiva. Sulla vicenda è di recente intervenuto anche Vittorio Feltri, da qui nuove polemiche per altre dichiarazioni a dir poco colorite.