Baby Gang, due ragazzine fuori controllo assaltano passanti | Scene terribili nel centro città

Scene da film horror, due ragazzine di 15 anni appartenenti a una Baby gang al femminile hanno seminato terrore nelle vie del centro di una città veneta. I testimoni che hanno assistito ai pestaggi hanno dichiarato: “Quelle ragazzine sembravano indemoniate”

In azione nel centro della città di Verona. Il gruppo di sette ragazzine di età compresa tra i 15 anni e i 17 anni, componenti di una baby gang “in rosa”, ha seminato il terrore scagliandosi contro un ragazzo e un uomo in pieno giorno.

baby gang
Baby gang, due ragazzine indemoniate si scagliano contro un coetaneo (Ansa)

I pestaggi sono avvenuti nel pomeriggio di martedì scorso a due passi da piazza Bra, nel centro della città veneta. Chi le ha viste “in azione” le ha descritte come “irrefrenabili, talmente scatenate da far paura”. I testimoni non riuscivano a credere a ciò a cui stavano assistendo.

Baby gang, due ragazzine indemoniate assaltano i passanti nel centro città

La baby gang tutta al femminile era composta da sette ragazzine tutte minorenni che come delle indemoniate hanno assalito con tutta la furia possibile un loro coetaneo per portargli via il monopattino.

baby gang femminile
Baby gang, due ragazzine 15enni hanno pestato un ragazzo a Verona (Ansa)

I carabinieri hanno arrestato due 15enne appartenenti alla banda criminale poiché colte in flagranza di reato. Ma non solo, il fermo è avvenuto anche grazie alle foto scattate dai passanti che hanno immortalato quelle scene da film horror con i loro cellulari.

Il pestaggio è avvenuto proprio nelle vie del centro cittadino di Verona, diventato punto di riferimento per la baby malavita. È in queste zone “calde” che negli ultimi tempi si è verificata una inquietante escalation di episodi di criminalità minorile.

Ciò che fa orrore in questo ultimo caso di violenza è “l’agguato da film” avvenuto in pieno giorno e in mezzo a decine di persone rimaste scioccate dall’aggressività del gruppo di ragazzine.

Dalle prime ricostruzioni, parrebbe che la vittima era tranquillamente con il suo monopattino per le vie del centro quando d’un tratto è stato accerchiato dalle minorenni.

Da qui sono iniziati spintoni, insulti e parolacce finché le ragazze non sono passate alle mani (e ai piedi). Non hanno usato armi ma le proprie scarpe pesanti non hanno risparmiato il giovane malcapitato e, con lui, anche un uomo intervenuto per difenderlo.

L’assalto violento sarebbe stato guidato da una ragazzina di appena 15 anni, nota da mesi alle forze dell’ordine come la leader del gruppo e più volte segnalata. Oggi, finalmente l’arresto insieme a una sua coetanea.

Le accuse alle due 15enni “per bene”

Entrambe le ragazze 15enni provengono da famiglie “per bene”. Una, è figlia di un imprenditore, l’altra di un avvocato. I genitori delle minorenni sono scioccati dai racconti e dalle accuse mosse verso le rispettive figlie.

Entrambe accusate di rapina di gruppo e lesioni aggravate, verranno sottoposte all’udienza di convalida davanti al Tribunale di Minori. Si dovrà aspettare la decisione del giudice. Intanto, le ragazze sono in stato di fermo, in attesa di dire la loro versione dei fatti.