Usa, bimba ipovedente scomparsa da due anni: la denuncia arriva ora. Cosa non convince

Harmony Montgomery è una bimba ipovedente di cui non si hanno più notizie da ottobre 2019. La sua scomparsa è avvolta da un grande mistero, in primis perché la denuncia è arrivata con due anni di distanza.

Harmony Montgomery bambina ipovedente scomparsa
Usa, bimba ipovedente scompasa da due anni, ma la denuncia arriva ora. Cosa non convince (Immagine Rete)

La polizia del New Hampshire è sulle tracce di una bambina ipovedente di 7 anni di cui non si avrebbero più notizie da ottobre 2019. La denuncia della sua scomparsa è avvenuta la scorsa settimana, a distanza di oltre due anni dall’ultima volta che qualcuno la vide, così come riportato dal Washington Post.

LEGGI ANCHE >> New York, mamma malata regala cartellone alla figlia a Times Square: la storia è commovente

Harmony Montgomery fu vista per l’ultima volta il primo ottobre 2019, a distanza di oltre due anni da quando la polizia ha ricevuto la denuncia di scomparsa dalla casa nel sud del New Hampshire. Gli agenti videro la piccola dopo una richiesta di assistenza, così come dichiarato dal capo della polizia Allen Aldenberg. La denuncia di scomparsa risale a molto tempo dopo, da qui l’idea di comprendere cosa sia accaduto in questi anni.

Bambina ipovedente scomparsa nel nulla, le ricerche di Harmony Montgomery e i misteri da chiarire

Scomparsa bambina ipovedente
Bambina ipovedente scomparsa nel nulla, le ricerche di Harmony Montgomery e i misteri da chiarire (Immagine Pixabaay)

So che le persone diranno è passato il 2021, siamo nel 2022, e nessuno ha visto questa ragazza dalla fine di ottobre 2019. Quindi cosa è successo negli ultimi due anni? Domanda giusta. Sono qui perché abbiamo bisogno di assistenza, abbiamo bisogno di aiuto e non abbiamo molte risposte a molte domande che abbiamo“, ha dichiarato Aldenberg ai giornalisti la scorsa settimana.

LEGGI ANCHE >> Tatuaggi colorati, arriva il divieto di Bruxelles: quali sono i prodotti sicuri

Le circostanze della scomparsa sarebbero state definite dalla polizia come “estremamente preoccupanti“. “Da qualche parte là fuori questa ragazzina ha bisogno di aiuto, e questo è il nostro lavoro, ho bisogno del vostro aiuto per aiutarci a trovarla al sicuro“, ha commentato il capo della polizia Aldenberg. Gli inquirenti avrebbero parlato con vari membri della famiglia della ragazza, che frequentò una scuola del Massachusetts. Diverse esponenti del nucleo familiare si sarebbero rifiutati di fornire dettagli per l’indagine in corso, da qui l’esigenza di fare luce al più presto su quanto accaduto.