Massimo Giletti torna in Rai, Fiorello e non solo: cosa farà l’ex volto di La7

Massimo Giletti torna in Rai. L’annuncio arriva dall’Amministratore Delegato Roberto Sergio dopo l’indiscrezione di Fiorello.

Il contratto è arrivato sulla scrivania ed è stato firmato. Ora servono i dettagli. Il futuro di Massimo Giletti è in Rai, l’ufficialità arriva dall’Amministratore Delegato Roberto Sergio che annuncia quello che sembrava essere ormai chiaro da settimane.

Giletti non parteciperà allo speciale di Mentana su La7
Giletti in Rai (Immagine Rete)

Il punto (esclamativo) ulteriore su questa trattativa lo mette Fiorello che, in anticipo su tutti, mostra una gag con Giletti “operaio” che monta il glass – lo studio di vetro – dove andrà in scena il “nuovo” Viva Raidue. “L’Amministratore Delegato mi ha detto che sarei dovuto ripartire dal basso – ha scherzato Giletti – ma non pensavo di dover montare anche il glass di Fiorello”.

Giletti ancora in Rai: cosa farà l’ex volto di La7

Due piccioni con una fava per lo showman di Augusta. Promozione alla nuova edizione del programma e annuncio – ironico, ma vero – di Giletti che torna alla tv di Stato dopo “L’Arena” e anni altrove. Non è La7, si potrebbe dire citando un suo vecchio e fortunato (al netto del controverso epilogo) programma, e Sergio dal canto suo lo lascia immediatamente intendere.

Giletti
Il conduttore e cronista pronto a cambiare veste (ANSA)

Al conduttore e giornalista è stato davvero chiesto di fare un passo indietro che, tradotto in termini aziendali, significa ridimensionare il suo raggio d’azione. Nessuna censura, semplicemente un riassetto rispetto al passato: il punto è che la Rai, attualmente, pullula di talk show e contenuti sul piano giornalistico ce ne sono abbastanza per mandare avanti il palinsesto fino a Natale.

Il conduttore “cambia pelle”: le condizioni di Roberto Sergio

Serve qualcosa che aumenti la curiosità e l’interesse degli ascoltatori: l’informazione va bene, ma la Rai cerca un ariete per scardinare il “carro armato” Fazio. Domenica prossima “Che Tempo Che Fa” ricomincia sul Nove e la Rai vuole cercare di ottenere ascolti importanti contro quello che, fino all’anno scorso, era un suo elemento di punta.

Vuole, insomma, una rivincita e Giletti sembra essere l’uomo giusto per poterla ottenere. Impossibile, però, andare sullo stesso terreno di Fazio. Altrimenti si rischia uno scontro frontale che non gioverebbe a nessuno: la Rai intende, quindi, evitare l’effetto boomerang. L’informazione si contrasta – secondo il nuovo mantra di Viale Mazzini – con l’intrattenimento.

Giletti avrà, secondo le recenti indiscrezioni, un programma più leggero e rivolto a tutti. Da collocare, magari, a un format già acquisito – come Tale e Quale Show che presto dovrebbe avere anche la versione nip – ma è tutto ancora da stabilire. La certezza è che L’Arena – con tutto quello che è stato – non muore, viene soltanto messa in stand-by. In attesa del prossimo anno, da gennaio si vedrà, intanto Giletti aspetta ed esegue. Torna in Rai, ma le regole non le detta più lui.