Travolta e uccisa da un auto sulle strisce pedonali, nuova tragedia vicino Milano

E’ stata travolta e uccisa da un’automobile mentre era sulle strisce pedonali. L’incidente avvenuto stamattina in provincia di Milano. La vittima è una donna di 68 anni

L’ennesima tragedia sulle strade italiane si è compiuta questa mattina. Una donna di 68 anni ha perso la vita mentre attraversava le strisce pedonali sulla provinciale 30 a Vermezzo con Zelo, in provincia di Milano. Come raccontano gli operatori del 118 intervenuti sul luogo del fatto, “la vittima è rimasta uccisa sul colpo”.

travolta e uccisa
Travolta e uccisa sulle strisce pedonali da un’auto. L?incidente avvenuto in provincia di Milano stamattina (ansa) free.it

Non è ancora chiarita la dinamica dell’incidente mortale e sul caso, ora, indagano i carabinieri di Abbiategrasso. Quello che è noto sapere, secondo una prima ricostruzione approssimativa, è che il conducente della vettura che ha travolto la donna dopo l’urto si è fermato per prestare i soccorsi ma che questi si sono rivelati inutili.

Tragico incidente: 68enne travolta e uccisa sulle strisce pedonali

Altro sangue a macchiare l’asfalto di un’ennesima strada italiana. L’ultimo incidente si è verificato stamattina, venerdì 22 settembre, nel Milanese. La donna di 68 anni stava attraversando sulle strisce pedonali la strada provinciale 30 quando, intorno le 7:00, una macchina l’ha presa in pieno.

carabinieri
Travolta e uccisa a 68 anni mentre attraversava le strisce pedonali in provincia di Milano.  (free.it)

Secondo quanto fino ad ora si è appreso, la prima persona a soccorrere la vittima è stato lo stesso guidatore dell’automobile, che ha cercato anche di praticare alla 68enne un massaggio cardiaco. Allertati immediatamente anche i sanitari del 118, giunti sul posto con ambulanza e auto medica, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della donna. La signora è morta sul colpo.

Le indagini sono affidate ai carabinieri della compagnia di Abbiategrasso, che ora dovranno ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. Parrebbe, secondo un sommaria e parziale ricostruzione dei fatti, che la donna avrebbe attraversato di corsa la strada per non perdere l’autobus in partenza dall’altro lato della carreggiata. Il guidatore dell’automobile non avrebbe avuto il tempo di sterzare o frenare per evitare di prenderla.

Aumentano le morti in strada: la strage di Milano

Soltanto nella città di Milano da gennaio a oggi sono morte otto persone, escludendo i cinque ciclisti uccisi. Le morti in strada sono iniziate lo scorso 10 gennaio, con il decesso di una 95enne, Angela Bisceglia, travolta da un camioncino in retromarcia sul marciapiede in via Valassina a Milano.

A distanza di un mese, è toccato a Federico Cafarella. Il 25enne è stato ucciso da un bus dell’Atm mentre attraversava la strada in via Arici. A luglio di questo anno, una terza tragedia, questa volta teatro del dramma è viale Fulvio Testi, dove a morire sul colpo investito da una moto è il 75enne Luciano Avigliano. Dopo appena 15 giorni altre due morti: Il primo agosto è la volta del 18enne Karl Nasr, ammazzato davanti gli occhi attoniti dei genitori mentre era in vacanza in città. Il fatto accaduto in viale Umbria. Il 28 agosto l’89enne Nicola Zezza, morto a seguito di uno scontro con un taxi in via Pecorari, al centro della città meneghina.

Il mese di settembre si apre con un bilancio ancora più nefasto con la morte, lo scorso 8 settembre di una 77enne, finita sotto un’automobile che si era ribaltata contro un’altra vettura in via Inganni. Il 17 settembre a perdere la vita di notte è stato invece il 28enne Vassil Facchetti, centrato da una macchina in viale Jenner dopo aver trascorso la serata in discoteca con gli amici. Infine, lo scorso 18 settembre quando alle 11:00 di mattina in via Trasimeno, la 75enne Nina Pansini è stata travolta e uccisa da un camion dell’Amsa.

Impostazioni privacy