Attacco armato in due chiese, entra con katana e uccide sagrestano | Cosa sappiamo

Entra in due chiese e inizia a colpire diverse persone: fra le vittime c’è un sagrestano. La dinamica dell’attacco armato è terribile. I sospetti degli inquirenti. 

La vicenda ha scosso la comunità locale dopo quanto accaduto all’interno di due luoghi sacri. Un uomo si è diretto prima in un posto, poi ha invece deciso di ferire con una katana altre persone. L’attacco armato ha visto l’intervento della polizia.

Attacco armato in due chiese
Fa irruzione in due chiese, attacco armato letale: la dinamica (Immagine Rete)

L’autore del delitto è stato bloccato dalle forze dell’ordine, ma si conta già una vittima confermata dalla polizia. Momenti di panico e situazione imprevista che ha sconvolto gli abitanti della zona e i fedeli accorsi per vedere quanto accaduto.

Attacco armato con una katana, colpito anche un parroco | Cosa è accaduto

La vicenda è accaduta ad Algeciras, in Andalusia. Un uomo ha ucciso una persona e ne ha ferito altre quattro dopo l’irruzione all’interno di una chiesa. È stato colpito anche il parroco con una katana, durante la serata di mercoledì 25 gennaio 2023, in una città del sud della Spagna. L’attacco sarebbe accaduto nella provincia di Cadice, precisamente all’interno della parrocchia di San Isidro.

Polizia Spagna
La polizia iberica intervenuta nella cittadina dopo l’attacco armato (Immagine Rete)

Il sagrestano sarebbe morto dopo quanto accaduto. L’autore dell’attacco armato sarebbe un uomo originario del Marocco, successivamente fermato dalla polizia. La Procura nazionale ha aperto una inchiesta: si sospetta ipotesi terrorismo.

Le ipotesi

Le forze di polizia indagano sull’episodio che ha causato la morte di un sagrestano e il ferimento del prete Antonio Rodriguez e di altri fedeli presenti nei pressi della parrocchia. Arrestato un uomo di circa 30 anni, accusato di essere l’autore dell’attacco armato.

La persona deceduta è il sagrestano Diego Valencia che si trovava nella Chiesa di Nostra Signora della Palma, uno dei feriti in gravi condizioni è invece il parrocco della Cappella di San Isidro. La polizia ha transennato Plaza Alta, il punto più centrale di Algeciras, proprio lì dove è accaduto l’attacco armato.

Al momento non si conoscono i motivi dell’attacco, diverse però le ipotesi. A confermare la notizia è El Mundo. Secondo il quotidiano spagnolo, l’uomo avrebbe litigato con il parrocco, poi le pugnalate a colpi di katana. Al momento non vi è alcuna ufficialità in merito ad un possibile collegamento con il terrorismo jihadista.