Matteo Messina Denaro, assente al processo stragi | Casa sequestrata alla mamma del boss

Al processo stragi Matteo Messina Denaro era assente. La sedia destinata al boss rimane vuota. Nel frattempo è stata sequestrata la casa della mamma di Andrea Buonafede

Il boss Matteo Messina Denaro ha dato forfeit risultando difatti assente in videoconferenza dal carcere de L’Aquila al processo stragi. La causa dell’assenza è dipesa, secondo quanto riferito da fonti informate sui fatti, alla sua prima seduta di chemioterapia a cui il boss è stato sottoposto in queste ore all’interno dell’istituto penitenziario.

Matteo Messina Denaro
Matteo Messina Denaro, assente al processo stragi. Sequestrata la casa della mamma del boss (Ansa)

Dalle informazioni giunte sarebbe stata allestita una camera apposita non molto distante dalla cella dove Messina Denaro si sottopone alle cure mediche. Ad ora non v’è alcuna certezza su quali saranno le intenzioni dell’ultimo padrino di Cosa nostra in merito all’eventuale sua presenza alle prossime udienze del processo.

L’aula bunker allestita nel carcere Malaspina di Caltanissetta per l’udienza del processo a Matteo Messina Denaro risulta dunque assente. L’udienza è stata rinviata al prossimo 9 marzo in modo da “consentire al difensore di essere presente”.

Processo a Matteo Messina Denaro: la sedia rimane vuota, il boss non si presenta

Accusato di essere il mandante delle stragi di Capaci e via D’Amelio, Matteo Messina Denaro non si è presentato a processo. L’udienza dunque è stata posticipata al 9 marzo 2023. A prendere tale decisione, come riporta il Messaggero, è il presidente della Corte d’Assise di Caltanissetta Maria Carmela Giannazzo, dopo l’assenza di oggi del boss. Uno dei legali d’ufficio di Messina Denaro, l’avvocato Salvatore Baglio, ha comunicato di avere ricevuto una delega orale dal difensore di fiducia nominato dal boss, ovvero la nipote Lorenza Guttadauro.

matteo messina denaro
Matteo Messina Denaro: assente al processo stragi. Casa della mamma del boss sequestrata stamani (Ansa)

Nel frattempo, dopo l’arresto del capomafia siciliano, la casa della mamma di Andrea Bonafede – l’alias con cui Matteo Messina Denaro ha vissuto per oltre 30 anni – è il terzo appartamento sequestrato a Campobello di Mazara. Al momento gli inquirenti soffermano la loro attenzione su chi ha aiutato la latitanza del boss che, negli ultimi 6 mesi, avrebbe vissuto proprio a Campobello di Mazara.

Sia i due covi che la casa disabitata della mamma di Messina Denaro si trovano nel quartiere Guaguana a 500 metri di distanza. I due covi scoperti dagli investigatori si trovano uno vicino all’uscita del paese, mentre il secondo in una traversa di via Vittorio Emanuele II. Infine, la casa della mamma del boss è la stessa abitazione in cui Matteo Messina Denaro ha trascorso la sua giovinezza.