Benedetto XVI, il giorno dell’addio | A San Pietro i funerali di Papa Ratzinger

E’ il giorno dell’ultimo abbraccio al Papa emerito. A san Pietro questa mattina il rito funebre per Benedetto XVI. Il programma dei funerali

L’ultimo grande abbraccio a Papa Ratzinger. In posizione centrale, sul sagrato della Basilica di San Pietro una grossa struttura montata all’occorrenza, ospiterà l’altare per il rito delle esequie di Papa Benedetto XVI. La cerimonia avrà inizio dalle 9.30.

Funerali Papa Benedetto XVI
Funerali Papa Benedetto XVI, foto Ansa

Ad officiarla il decano del Collegio cardinalizio Giovan Battista Re e ovviamente anche  Papa Bergoglio. In questi giorni di veglia oltre 200mila persone hanno omaggiato la salma del Papa emerito, un numero quasi inatteso. E anche questa mattina, già all’alba, i fedeli hanno cominciato a riempire la Piazza.

Il feretro di Benedetto XVI lascerà la Basilica di San Pietro alle 8,50 per consentire di recitare il rosario, e la messa funebre inizierà alle 9,30. Una volta terminata la funzione, la salma verrà trasportata nelle Grotte vaticane dove verrà tumulata privatamente. Concelebreranno la cerimonia 3700 sacerdoti , mentre una nebbia insolitamente fitta è calata sulla Città del Vaticano. Un segno per alcuni, come il forte vento o fu per i funerali di Papa Giovanni Paolo II. Ci saranno oltre 1000 giornalisti arrivati da 30 Paesi diversi

Papa Ratzinger, il giorno dei funerali a San Pietro

Funerali Papa emerito
Funerali Papa emerito, foto Ansa

Presenti anche due delegazioni ufficiali: quella italiana e quella tedesca, guidate da Sergio Mattarella e Frank-Walter Steinmeier. Tra i capi di Stato: la Regina Sofia di Spagna, il Re e la Regina del Belgio, Filippo e Mathilde, il presidente polacco Andrzej Duda, il presidente portoghese Marcelo Nuno Duarte Rebelo de Sousa, dalla Baviera il governatore Markus Söder e dalla Germania, con il presidente, ci sarà anche il Cancelliere Olaf Scholz. Il presidente ungherese Katalin Novak, il presidente sloveno Nataša Pirc Musar, il ministro dell’interno francese Gérald Darmanin, il ministro degli affari esteri croato Goran Grlić Radman e il ministro della cultura, Nina Obuljen Koržinek.

Tra i capi religiosi  il Patriarca di Antiochia dei Siri, Ignazio Youssef III Younan, il metropolita della Chiesa russa Antonij di Volokolamsk e una delegazione del Patriarcato ortodosso di Costantinopoli. Sulla piazza anche  anche una delegazione della comunità ebraica di Roma, l’Imam Yahya Pallavicini, vicepresidente della Comunità Religiosa islamica italiana e Yassine Lafram, presidente dell’Ucoii, l’Unione dei musulmani italiani.

Alle 8.50 il feretro lascia la Basilica

Feretro Papa emerito lascia la Basilica
Feretro Papa emerito lascia la Basilica, foto Ansa

Quando il feretro alle 8.50 esce dalla Basilica, portata dai sediari, sulla piazza risuonano le Campane a morto. Un lungo applauso dei fedeli presenti, accompagna il momento. Sulla bara, una volta sul sagrato, il Vangelo aperto poggiato da padre Georg, la figura più vicina da sempre e per sempre nella vita di Benedetto XVI.

Arrivata in piazza intorno alle 9, la delegazione italiana guidata dal Capo dello Stato Sergio Mattarella. C’è anche  la premier Giorgia Meloni. Presenti, tra gli altri, il presidente della Camera Lorenzo Fontana, il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti,  il ministro degli Affari Esteri Antonio Tajani, il ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida e il senatore Maurizio Gasparri

Papa Francesco presenzia la cerimonia, le sue parole nell’omelia

Papa Francesco presenzia la funzione per le esequie di Papa Ratzinger
Papa Bergoglio, presenzia le esequie di Papa Bendetto XVI, foto Ansa

Papa Francesco è arrivato in sedia a rotelle a Piazza San Pietro dove presiederà la celebrazione dei funerali di Benedetto XVI, ecco alcuni passaggi dell’omelia pronunciata da Papa Bergoglio “Anche noi, saldamente legati alle ultime parole del Signore e alla testimonianza che marcò la sua vita, vogliamo, come comunità ecclesiale, seguire le sue orme e affidare il nostro fratello alle mani del Padre: che queste mani di misericordia trovino la sua lampada accesa con l’olio del Vangelo, che egli ha sparso e testimoniato durante la sua vita”.

Quando termina la cerimonia, poco dopo l’ultimo Amen pronunciato da Papa Bergoglio, i fedeli dalla piazza fanno sentire il grido “Santo subito”. Poi, il Pontefice si alza in piedi, si poggia sul feretro e si raccoglie in un momento di preghiera nei confronti di Benedetto XVI.

Dopo i funerali la tumulazione in forma privata di Papa Ratzinger

Dopo i funerali, la cerimonia di tumulazione di Benedetto XVI nelle Grotte vaticane. L’evento avviene in forma privata, senza presenza del pubblico e della stampa, con ammessi solo i porporati e le persone più vicine al Papa emerito.