Guerra Ucraina, come lasciare la Russia | Perché è la frase più ricercata su Google

La guerra in Ucraina arriva ad un punto particolare: Putin chiede la mobilitazione parziale. Perché in Russia fa così paura: ecco cosa sta accadendo. 

Il conflitto in Ucraina non si placa e adesso Vladimir Putin chiama a raccolta i soldati con la mobilitazione parziale. Si tratta di una decisione che ha inevitabilmente scosso tutte le persone interessate, con tanto di caos inevitabile anche all’interno della stessa Russia. La situazione è in divenire, ma le ultime parole del presidente non lasciano alcun dubbio.

Putin guerra Ucraina
Guerra Ucraina, Putin chiede la mobilitazione parziale | In Russia scoppia il caos

Diverse le testimonianze rilanciate anche sugli organi quotidiani locali per esprimere disappunto nei confronti di una decisione improvvisa. Si tratta di un dettaglio non così indifferente che ha lasciato molti senza parole, altri hanno invece già trovato una soluzione alla vicenda.

Guerra Ucraina, Putin chiede la mobilitazione parziale | Qual è la reazione dei russi

Putin annuncia la mobilitazione e molti giovani russi iniziano a lasciare il Paese per il timore di essere mandati a combattere sul fronte. “Non voglio diventare carne da cannone“, dichiara un 30enne a Moscow Times parlando della difficile situazione vissuta in Russia. La sorella di un giovane che ha da poco terminato il servizio militare ha parlato di dover cercare “di comprargli un biglietto aereo per andare ovunque“.

Putin guerra Ucraina Russia
Guerra Ucraina, Putin chiede la mobilitazione parziale | Qual è la reazione dei russi

Sono molti quelli perplessi per la partenza, da qui la ricerca spasmodica di un volo o una fuga dalla Russia con qualsiasi tipo di mezzo. Le manifestazioni contro la dichiarazione rilanciata da Putin hanno causato qualcosa come oltre 210 fermi in diverse città russe. A riportare la notizia è l’Ong Ovd-Info.

Chiamata alle armi, c’è tensione in Russia

Non è escluso che molti possano evitare l’arruolamento con gli escamotage più disparati. “Qualcuno tornerà all’università o prenderà un lavoro part-time nel settore della difesa“, afferma un altro cittadino intervistato da un quotidiano locale russo. “Spero che i moscoviti siano risparmiati. Non credo che le autorità vogliano foto di poliziotti che inseguono gli hipster nella metropolitana“, ha ribadito il giornalista Vyacheslav Tikhonov.

L’acquisto dei biglietti aerei è aumentato dopo l’annuncio di Putin. Nel giro di poche ore non era più possibile comprare biglietti aerei per Azerbaigian, Kazakistan, Kirghizistan Uzbekistan. L’effetto Putin è inevitabile e il discorso rilasciato ai cittadini russi è un allarme interno al Paese. Intanto le ferrovie russe e la compagnia Aeroflot hanno dichiarato di non aver ricevuto alcun ordine di bloccare la vendita degli biglietti per le persone in età militare. Anche su Google spunta nelle ultime ore la spasmodica ricerca “come lasciare la Russia” a Mosca e dintorni, conseguenza inevitabile delle parole del presidente.