Harry e Meghan, crisi nera | Rebus in famiglia: cosa succede con i figli

Proprio nel pieno delle celebrazioni del funerale della “nonna” la regina d’Inghilterra, Harry compie 38 anni, ma è un funerale molto triste e non soltanto per la grave perdita, ma anche per il futuro dei suoi due figli. 

Alla fine non sono più arrivati in Inghilterra Archie e Lilibet i due figli del principe Harry e di Meghan Markle, quindi Harry sta festeggiando il suo 38mo compleanno da solo a Londra insieme alla moglie, in attesa dei funerali della nonna lunedì 19. Ma il suo umore non è certo dei migliori. E non soltanto per la scomparsa della nonna, ma proprio per il futuro dei suoi figli.

La tristezza di Harry e Meghan per il futuro dei loro figli

Harry e Meghan, crisi nera. Il problema delle nomine dei figli

I Sussex sono al Frogmore Cottage a Windsor ed è molto improbabile che incontrino altri reali. Re Carlo e la regina consorte si sono rifugiati a Highgrove, mentre Kate e William si trovano a Sandringham per salutare la folla di fronte alla residenza reale. E se finora Harry e Meghan hanno fatto di tutto per farsi accettare in famiglia, una decisione del sovrano potrebbe nuovamente portare la guerra fredda. 

Lo aveva detto chiaramente re Carlo nel suo primo discorso: “Auguro ogni bene a Harry e Meghan per la loro vita in America“. Come dire non rimarranno qui, e forse anche non ci metteranno più piede. Ed ora, sempre il re, è pronto a emanare le letters patent, il documento legale con cui nominerà Archie, 3 anni, principe, e Lilibet, 1 anno, principessa, come figli del figlio di un sovrano. Ma i due bimbi non potranno usare i titoli HRH, His/Her Royal Highness, ovvero Sua altezza reale. Perché non sono “working royals” e perché neppure i genitori, pur mantenendo questo status, possono usufruirne secondo l’accordo della Megxit.

Harry e Meghan durante la veglia funebre

Harry si sta battendo come un leone

Per il Sun i Sussex starebbero tempestando Carlo di richieste per riconsiderare la sua posizione. Perché l’HRH potrebbe significare il diritto alla scorta per i due principini. Potrebbe. Ma le principesse Beatrice ed Eugenie, per esempio, figlie del principe Andrea e altezze reali, non hanno più le guardie del corpo da un pezzo, nonostante il padre abbia presentato diverse richieste a Scotland Yard.

Al momento i due hanno dimostrato in tutti i modi la loro buona volontà, si sono attenuti al protocollo senza mai sgarrare, sono rimasti sullo sfondo senza lamentarsi, nonostante qualche piccola umiliazione. A Harry non è consentito indossare l’uniforme e nemmeno fare il saluto militare al feretro. Una “punizione” che per molti poteva essere evitata.