Totti-Ilary, la confessione struggente dell’ex campione | “Senza Noemi avrei…”

Totti-Ilary, la separazione è sempre più difficile: gli atti giudiziari sono in pieno sviluppo, l’ex campione ammette di non farcela.

Totti-Ilary, credevo fosse amore invece era un calesse. Questo, però, non è un film e si ride meno rispetto a quanto – seppur con amarezza – mostrava Troisi: nessuna maschera, solo lacrime e ripicche. Reciproche, a mezzo stampa. Senza soluzione di continuità. Una strategia devono trovarla i legali che in mezzo alla tempesta, probabilmente, non sanno più nemmeno loro che pesci prendere. Due fronti: quello legale e quello mediatico che, purtroppo o per fortuna, vanno di pari passo.

Totti-Ilary confessione
Totti, confessione struggente dopo la rottura (ANSA)

Star dietro a tutto è difficile, ma diventa un imperativo: il problema è che le cose dovrebbero dirsele davanti ai giudici, ma per adesso mettono in mezzo la stampa dato che loro non si parlano più. In questo clima da “guerriglia urbana”, c’è persino spazio per temi delicati e profondi: si passa dal sacro, la fedeltà che manca, la fiducia venuta meno, al profano. I Rolex, furti e stratagemmi al limite della legalità.

Totti-Ilary, l’amara verità dell’ex campione: “Noemi mi ha salvato”

Totti Noemi diversa Ilary
L’ex Capitano ammette di aver sofferto (ANSA)

C’è tutto e non poteva mancare nemmeno la confessione al miele: ci pensa Francesco Totti che, a conti fatti, per primo è uscito allo scoperto sul piano mediatico. Lei – secondo l’ex Capitano e marito – ha tradito per prima, ma il numero dieci per antonomasia si è “fatto beccare” da Signorini &co sotto casa di Noemi. La Bocchi della verità – è il caso di dire – dato che grazie alla donna Totti sarebbe rinato: “Ero caduto in depressione – racconta al Corriere della Sera – scoperto il tradimento non riuscivo più a dormire. Mi è crollato il mondo addosso”.

La crisi, dunque, andava avanti già da qualche anno. Precisamente da dopo il ritiro, quando il mondo di Totti sembrava essere finito veramente. Poi la morte del padre, a causa del Covid, Francesco si chiude in sé stesso. Cova tristezza, rabbia e risentimento verso la vita e una sorte che, dopo tanto bene, sembra avergli voltato le spalle: “Ero nervoso, depresso, Ilary non ha capito. Non parlavamo quasi più, non c’era più dialogo, niente”. Una confessione, quella del numero dieci, che suona quasi come una resa: nel momento peggiore, l’incontro decisivo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesco Totti (@francescototti)

“Noemi mi ha cambiato, è completamente diversa da Ilary. Sono riuscito ad aprirmi con lei, mi sentivo capito. Senza di lei probabilmente avrei ceduto alla depressione”. Una consapevolezza, questa, che Totti tiene da parte e utilizza come spartiacque tra passato e presente. Come se si fosse reso conto che la donna che aveva accanto – Ilary – non lo conosceva più: ammesso che si siano mai davvero conosciuti, visto quel che sta succedendo. La stima completamente persa, il rispetto non pervenuto da parte di entrambi che pensano a colpirsi profondamente, con ogni modo e mezzo. Ecco perchè, forse, poi si cede il passo a determinati stati d’animo.