Elodie contro Giorgia Meloni | Il vero motivo scoperto da “Le Iene”

Elodie attacca nuovamente Giorgia Meloni dalla Mostra del Cinema di Venezia: il motivo di tanta acredine scoperto da “Le Iene”.

Elodie contro Giorgia Meloni. La cantante non ha mai mostrato simpatia per la leader di FDI: interprete che non si è mai schierata volutamente. Le hanno sempre chiesto un parere circa la situazione politica e, in maniera schietta, la donna non si è tirata indietro. Armoniosa sul palco, sincera fuori: proprio questo piace di Elodie. Carattere che applica anche alle questioni politiche.

Elodie contro Giorgia Meloni
Elodie attacca Giorgia Meloni (ANSA)

Non a caso ha accettato senza remore di fare la madrina dell’ultimo Roma Pride: sempre al fianco della comunità LGBTQ+, ma non solo. La celebre cantante vuole combattere le diseguaglianze sociali con la musica e, più in generale, con l’arte: ecco perchè la vediamo, fra le altre cose, nei panni di attrice diretta da Pippo Mezzapesa nel film “Ti mangio il cuore”. Un esordio sul grande schermo per lei che significa riscatto: ruolo complesso che porta con sé numerose sfumature.

Elodie dura con Giorgia Meloni: le ragioni dello scontro

Le stesse che la cantante cerca di dare alla campagna elettorale delle ultime elezioni politiche: tirata in mezzo per via delle sue esternazioni. “Giorgia Meloni ragiona come un uomo del 1922”. Parole forti che non smettono di risuonare: il motivo di quest’acredine va attribuito ad alcune scelte della leader politica che non hanno incontrato il favore dell’artista che non si sottrae alle analisi più dure.

Mostra del Cinema di Venezia Elodie
La cantante attacca la leader di Fratelli d’Italia (ANSA)

Per capire la ragione di tanta durezza, occorre tornare indietro al 2020: “Le Iene” fanno uno scherzo a Elodie. Le fanno credere che la sorella Fey abbia tradito la compagna e sia rimasta incinta: un cambio radicale che ha spiazzato la cantante. Dopo le risate per la confessione a favore di telecamera, Elodie ha ribadito quanto l’omosessualità della sorella non sia mai stato un problema, bensì un valore aggiunto. La cantante ha sempre difeso le scelte di Fey.

Proprio per questo, non appena la Meloni ha espresso scetticismo verso determinate tematiche – come quelle riguardanti le unioni civili ed eventuali diritti ulteriori tipo quelli proposti nel discusso DDL Zan –, Elodie non ha potuto far altro che opporsi con fermezza a qualsiasi analisi e dissertazione della Presidente di Fratelli d’Italia. Certe dinamiche la toccano da vicino ed Elodie nasconde la diplomazia e tira fuori gli artigli: la “iena”, stavolta, è lei. L’impressione è che la partita con Giorgia Meloni non sia ancora finita.