Italiano ucciso in Francia con una terribile sequenza di colpi | Determinante la testimonianza del figlio sedicenne

Un connazionale è stato ucciso in Francia nel corso di una lite con la compagna. La polizia transalpina sta indagando per comprendere la dinamica dei fatti e capire cosa abbia spinto la donna.

Un ruolo fondamentale potrebbe averlo il figlio sedicenne della coppia presente al momento dell’aggressione.

Italiano ucciso in Francia con una terribile sequenza di colpi | Determinante la testimonianza del figlio sedicenne

Si chiamava Sebastiano Ciara l’italiano ucciso in Francia. L’uomo di 41 anni era di origini della Ciociaria. Il fatto è avvenuto 31 agosto, ma la notizia è stata diffusa soltanto nelle scorse ore. A darne notizia è stato Luigi Vacana, vicesindaco di Gallinaro, centro in provincia di Frosinone, paese dove vivono i parenti della vittima. “La nostra comunità scioccata – scrive Vacana su Facebooksi stringe intorno ai genitori di Sebastiano, nello straziante dolore per questa tragedia“.

Ciara viveva in Francia da da tempo e lavorava nella produzione e vendita di vini. Il 41enne sarebbe morto al termine di una lita familiare.

Italiano ucciso in Francia, gli investigatori cercano spunti di indagine tramite il figlio sedicenne

L’italiano è stato ucciso nella sua abitazione a Evry, in provincia di Essonne. A colpirlo con una coltellata sarebbe stata la compagna di 38 anni.

In base a quanto si apprende l’uomo viveva da tempo in Francia. Le autorità transalpine, spiegano i media francesi, hanno avviato una indagine per chiarire la dinamica di quanto accaduto.

Gli investigatori hanno arrestato la donna e stanno provando a capire le motivazioni della lite. L’uomo sarebbe stato colpito da tre pugnalate, una di queste fatale al petto. Di fondamentale importanza sarà la testimonianza del figlio della coppia. Il ragazzo, di 16 anni, era presente al momento dell’aggressione. Secondo gli investigatori il sedicenne potrebbe aver avuto un ruolo nella vicenda intervenendo in difesa della madre.

La donna resta in stato di fermo in attesa di sviluppi delle indagine. Bisognerà capire se ci saranno sviluppi disposti dal medico legale. In conseguenza si avranno anche notizie sulle esequie.