Guerra Ucraina, bombe su centrale di Zaporizhzhia | L’Aiea teme disastro nucleare

Guerra in Ucraina, giorno 165. Ancora una volta, la zona della centrale nucleare di Zaporizhzhia è al centro di pesanti attacchi da parte dell’esercito russo.

Nella notte, in quella zona e fino alla cittadina di Nikopol sono caduti almeno 60 razzi Grad che hanno colpito a pochi km dalla centrale.

Guerra Ucraina, bombe su centrale di Zaporizhzhia
Guerra Ucraina, bombe su centrale di Zaporizhzhia | L’Aiea teme disastro nucleare

Danneggiate case, edifici, condutture e reti elettriche. Due persone sono rimaste ferite, una delle quali, un uomo di 64 anni, è in ospedale con ferite gravi”. Li ha riferito Yevhen Yevtushenko, capo dell’amministrazione militare del distretto della vicina Nikopol.

In questi ultimi giorni i combattimenti si intensificano proprio nella zona di Zaporizhazhia. Tant’è che i tecnici hanno deciso di spegnere uno dei reattori, per precauzione. Ma non basta. Secondo l’Aiea, l’Agenzia internazionale per l’energia atomica, è necessario che un team specializzato vada a Zaporizhzhia.

Proprio come abbiamo fatto a Chernobyl e nell’Ucraina meridionale all’inizio dell’anno. Possiamo mettere insieme una missione di sicurezza, protezione e salvaguardia e fornire l’assistenza indispensabile e la valutazione imparziale di cui c’è bisogno”. Lo ha fatto sapere via Twitter il direttore generale dell’Aiea, Rafael Mariano Grossi.

Guerra Ucraina, bombe su centrale di Zaporizhzhia | L’Aiea teme disastro nucleare

Dopo il bombardamento di venerdì alla centrale nucleare, Grossi ha detto di essere estremamente preoccupato. E ha sottolineato il rischio molto reale di un disastro nucleare.

Guerra Ucraina, bombe su centrale di Zaporizhzhia
Guerra Ucraina, bombe su centrale di Zaporizhzhia | L’Aiea teme disastro nucleare

Intanto, nella notte ci sono stati attacchi anche a Kharkiv, nella regione di Dnipropetrovsk. I cittadini di Kharkiv hanno detto di avere udito almeno tre potenti esplosioni. Secondo le fonti, i russi hanno bombardato in direzione della città di Marhanets e dell’insediamento urbano di Chervonohryhorivka.

Il sindaco di Kharkiv Ihor Terekhov ha riferito che i missili russi hanno colpito due distretti cittadini, durante la notte. Per ora non si segnalano vittime ma moltissimi danni alle strutture.

Nel suo consueto discorso della sera, ieri Zelensky ancora una volta ha ribadito la rilevanza delle armi ricevute dall’Occidente. In particolare, ha ringraziato gli Stati Uniti, che dovrebbero fornire a Kievi ulteriori 550 milioni di dollari armi.