Dottoressa aggredita a bastonate in pronto soccorso | Il precedente choc: cosa è accaduto

Lavorare nei pronti soccorsi italiani spesso può essere pericoloso. Lo sanno bene molti medici di prima emergenza e lo sa bene anche la dottoressa che sabato 30 luglio è stata colpita con un bastone.

E’ accaduto all’ospedale Carlo Poma di Mantova dove una paziente è arrivata dopo aver avuto una lite col marito. La dottoressa l’ha visitata e quando la donna ha chiesto un ricovero in psichiatria, lei ha chiesto un consulto ai colleghi del reparto.

Dottoressa aggredita a bastonate in pronto soccorso
Dottoressa aggredita a bastonate in pronto soccorso | Il precedente choc: cosa è accaduto

Ma dopo una visita, lo psichiatra di turno ha deciso che la paziente non aveva bisogno di un ricovero in reparto e che poteva andar via. E’ proprio quando la dottoressa ha riferito il referto che la paziente si è infuriata e ha cercato di colpire il personale medico.

Con il suo bastone, ha provato a colpire il medico che, nel parare il colpo, si è ferita l’avambraccio destro. In suo aiuto sono accorsi poi anche infermieri e altro personale del pronto soccorso e la donna è stata calmata.

Dottoressa aggredita a bastonate in pronto soccorso | Il precedente choc: cosa è accaduto

Non prima, però, che cercasse ancora di picchiare qualcuno, pur stando seduta sulla sedia a rotelle.

Dottoressa aggredita a bastonate in pronto soccorso
Dottoressa aggredita a bastonate in pronto soccorso dell’Ospedale di Mantova

La signora è stata denunciata per aggressione. Una brutta avventura per la dottoressa. Le sue ferite sono guaribili in pochi giorni ma intanto non è la prima volta che subisce un assalto proprio al pronto soccorso.

Ad aprile, infatti, un paziente le aveva sferrato un pugno in faccia, accusandola di avergli rubato le pantofole. Si trattava di un paziente in stato alterato ma anche in quel caso la dottoressa aveva dovuto essere medicata e aveva sporto denuncia.