Terrorismo islamico, ucciso Al Zawahiri: capo di Al Qaeda | L’annuncio di Biden

Colpo al terrorismo islamico da parte degli Stati Uniti che hanno portato a termine una importantissima operazione uccidendo il leader di Al Qaeda ricercato da tempo.

Il target è stato colpito nel corso del fine settimana. I media americani parlano di una operazione senza vittime civili. “Durante il fine settimana gli Stati Uniti hanno condotto un’operazione antiterrorismo contro un un significativo target di Al-Qaida in Afghanistan. L’operazione è stata un successo e non ci sono state vittime civili”. Lo riferisce una fonte della Casa Bianca.

Biden terrorismo
Terrorismo islamico, gli Usa mettono a segno un colpo, l’annuncio di Biden

Secondo l’amministrazione di Joe Biden si tratta un colpo importante al terrorismo islamico, considerato che a cadere è stato uno dei leader dell’organizzazione terrroristica islamica più potente al mondo.

Terrorismo, ucciso uno dei leader di Al Qaida. Gli Usa hanno eliminato Ayman Al-Zawahiri

Nel fine settimana scorso, gli Stati Uniti hanno ucciso in Afghanistan il leader di Al-Qaida, Ayman al-Zawahiri. Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando l’Associated Press. A confermarlo c’è una nota diretta della Casa Bianca che ha annunciato la conclusione dell’operazione condotta da un drone statunitense. Breve messaggio di Biden e successiva conferenza del presidente americano per spiegare i dettagli della vicenda.

Ayman al-Zawahiri
Terrorismo, ucciso Ayman al-Zawahiri

Ayman al-Zawahiri è stato ucciso con un drone. Aveva 71 anni e su di lui c’era una taglia da 25 milioni di dollari offerta direttamente dal Dipartimento di Stato americano. Dalle informazioni raccolte dall’Onu, risalenti a giugno 2021, al-Zawahiri si sarebbe nascosto per diverso tempo in una località al confine fra Afghanistan e Pakistan.

Chi era al-Zawahiri

Al-Zawahiri era l’erede di Osama Bin Laden, nonché una delle menti dell’attentato dell’11 settembre 2001 nel quale morirono 2.977 persone fra Washington e New York. Leader di Al-Qaida, Al Zawahiri ha preso il controllo dell’organizzazione terroristica dopo la morte del predecessore avvenuta in Pakistan nel 2011. Entrambi avevano fondato un movimento terroristico ed era la mente di tantissimi attentati in tutto il mondo. Ayman al-Zawahiri nasce da famiglia umile, musulmano devoto.

Influenzato da studente dall’intellettuale egiziano Sayyid Qutb. Conclusi gli studi di Medicina, con tanto di specializzazione in Chirurgia, ha iniziato nei primi anni Ottanta a partecipare a manifestazioni violente. Primo arresto in carcere, con tanto di sconto di tre anni dietro la sbarre, dopo la morte del presidente Anwar Sadat. Nel 1984 via in Arabia Saudita e poi in Afghanistan per combattere contro gli invasori dell’allora Unione Sovietica. Insieme a Bin Laden ha fondato Al-Qaida nel 1988.

Il commento di Biden, le parole del presidente statunitense | VIDEO

Joe Biden ha annunciato il successo per l’operazione antiterrorismo promossa dagli Stati Uniti. “Lo avevamo promesso. Non lasceremo che l’Afghanistan diventi il paradiso del terrorismo“, ha ribadito Joe Biden. Sabato 30 luglio 2022 il numero uno di Al-Qaida è morto mentre si trovava sul terrazzo di casa. Non ci sarebbero altre vittime.

Biden ha parlato dal balcone della Casa Bianca a causa dell’isolamento per Covid. Il messaggio del presidente americano arrivano a distanza di ore dal colpo al terrorismo islamico. Rivendicata l’uccisione di Ayman al-Zawahiri, con tanto di nuovi dettagli sull’operazione andata a buon fine. “Giustizia è fatta. Questo leader terroristico non c’è più. Gli Stati Uniti hanno concluso un raid aereo a Kabul, nel quale è stato ucciso l’emiro di Al-Qaida. La gente nel mondo non deve avere avere paura di questo leader feroce e determinato“, ha commentato il presidente statunitense.