Kentucky distrutto dalle inondazioni, decine le vittime | La storia di 4 fratellini uccisi emoziona gli USA

Disagi, paura e morte in Kentucky dove una serie di alluvioni hanno distrutto diverse famiglie. Più di 20 il numero delle vittime. Tra le storie strazianti quelle di una coppia che ha perso 4 figli strappati dalla furia dell’acqua.

Per il governatore del Kentucky, Andy Beshear, il numero è destinato a salire e ci vorranno settimana per fare un bilancio.

Alluvioni in Ken tucky, il bilancio per il momento parla di 25 vittime

Sono centinaia le case e i negozi completamenti distrutti dalle peggiori inondazioni nella storia dello Stato del Kentacky. Almeno 33.000 persone sono senza elettricità e le strade sono bloccate da fango e detriti. Sul posto sono arrivati anche gli agenti dell’Agenzia federale per le emergenze inviati dal presidente americano Joe Biden che ha anche assicurato fondi e aiuti per gestire la ricostruzione.

Oggi l’acqua si è un po’ ritirata ma è una vera e propria corsa contro il tempo per i soccorritori visto che il servizio meteorologico prevede di nuovo pioggia lunedì e il livello dell’acqua potrebbe tornare a salire.

Kentucky, le alluvioni hanno distrutto una intera famiglia. Quattro fratellini spazzati via dalle acque

Tra le 25 vittime delle devastanti alluvioni che hanno spazzato via intere comunità nell’est del Kentucky ci sono sei bambini. Quattro di questo sono fratellini.

Una tragedia nella tragedia quella di Maddison, Riley Jr., Chance e Nevaeh, tra gli 8 anni e un anno, morti cercando si sfuggire all’acqua che aveva invaso la roulotte nella quale abitavano in una delle aree più povere degli Stati Uniti. Amber e Riley, i genitori dei piccoli. poco più che ventenni, sono stati svegliati alle 2 del mattino di giovedì dall’allerta temporali sui loro telefonini, hanno chiamato i bambini e li hanno vestiti in tutta fretta.

Quando l’acqua ha iniziato a entrare nella roulotte sono saliti sul tetto e da lì hanno portato i figli su un albero. Hanno provato a chiamare i pompieri, ma il numero d’emergenza era fuori uso. Era buio tutt’intorno, ha raccontato un amico che è riuscito poi a parlare con la coppia, e la pioggia scendeva fortissima.

Alla fine l’acqua ha strappato i piccoli dall’abbraccio dei genitori, uno ad uno. I loro cadaveri sono stati trovati soltanto 24 ore dopo.