Ambra Angiolini non ce la fa: la malattia infame e le porte in faccia

Ambra Angiolini è da trent’anni un volto noto della televisione e del cinema italiano. Nella sua carriera si è saputa adattare ad ogni esigenza, ma la strada del successo non è mai facile e lineare

Appena quindicenne diventa icona negli anni Novanta grazie a “Non è la Rai”, da lì la piccola Ambra ne ha fatta di strada diventando una delle attrici più apprezzate del panorama italiano. Un’artista che ha dimostrato grande carattere e forza, raccontando gli inizi difficili della sua carriera in un libro autobiografico

Ambra parla della malattia infame e delle porte in faccia

Sin da piccola Ambra nutre una forte passione per il mondo dello spettacolo iniziando a lavorare in tv davvero giovanissima. Ha appena quindici anni quando diventa una delle ragazze di Non è la Rai, ottenendo estremo successo e notorietà grazie alla sua presenza scenica fresca e giovanile. Il suo ruolo nel programma diventa con gli anni sempre più centrale, passando alla conduzione dalla terza edizione. Qui inizia a sperimentare anche la carriera da cantante e nel 1994 debutta con il singolo T’appartengo che ottiene tre dischi platino e un disco d’oro.

Il successo del brano è impressionante e Ambra diventa l’idolo degli adolescenti, iniziando così i primi tour e pubblicando altri album di discreto successo. Nel 1998 passa alla conduzione radiofonica su Radio 105, pubblicando l’anno dopo il suo quarto e ultimo album, InCanto.

Nei primi anni 2000 si dedica alla conduzione e inizia a muovere i primi passi nel mondo del cinema, debuttando nel 2007 in Saturno contro. La sua perfomance nel film le fa guadagnare il David di Donatello e il Nastro d’argento come migliore attrice non protagonista e il Globo d’oro e il Ciak d’oro come rivelazione dell’anno.

Tra le pellicole più importanti in cui recita troviamo “Immaturi” e “Immaturi – il viaggio”,  “La verità, vi spiego, sull’amore”. Gli ultimi tre film all’attivo sonoBrave ragazze”, “Per tutta la vita” e “La notte più lunga dell’anno”. L’attrice ha recitato anche in alcune fiction trasmesse sul piccolo schermo come Il silenzio dell’acqua.

Per lei anche alcune relazioni sentimentali molto note alla cronaca rosa. Dal 2004 al 2015 è stata compagna del cantante Francesco Renga, da cui ha avuto due figli: Jolanda e Leonardo. Dal 2017 al 2021 è stata fidanzata con l’allenatore di calcio Massimiliano Allegri, la cui fine ha suscitato grande clamore.

Ambra Angiolini, la malattia ‘InFame’

Nonostante il successo, quella di Ambra non è stata un’adolescenza serena. Ha 15 anni, proprio quando esordisce in televisione, che Ambra inizia a soffrire di bulimia.

Il desiderio di fare bene, essere brava e gli impegni in televisione mettono una giovane Ambra sotto pressione e il cibo diventa ben presto una valvola di sfogo. Ma come accade spesso dopo le abbuffate arrivano i sensi di colpa, la paura di perdere la propria bellezza, e così iniziano le corse al bagno per cercare di spazzare via quella debolezza. Accanto a lei la sua famiglia, in particolare mamma Doriana, che scrive ad Ambra numerosi bigliettini pieni d’amore e sostegno che piazza in bagno in modo tale che la figlia possa leggerli nei momenti più brutti come raccontato da Ambra proprio nel suo primo libro InFame.

Nel suo libro parla di come tutto sia poi cambiato grazie alla nascita della figlia “Lei ha fatto in modo che la mia pancia diventasse improvvisamente il posto più accogliente e pieno della terra” descrive l’attrice, continuando “Mi ha dato uno strano benessere sulla faccia, ha tappato i buchi, ha reso tutto brillante”

Ambra ha di recente parlato anche di come sia stato difficile lavorare nel mondo dello spettacolo ad una così giovane età, le voci di corridoio, le speculazioni sulla sua omosessualità le hanno spesso ostacolato il cammino ritrovandosi numerose porte chiuse in faccia.

Ambra: la malattia e le porte in faccia

Proprio in uno dei suoi ultimi post ha condiviso uno scatto su un set fotografico, commentando “Per realizzare i propri SI bisogna passare attraverso molti NO…”. E come darle torto? No possiamo che ringraziare Ambra per questa grande lezione di vita lasciata ai fan: mai arrendersi e continuare sempre per la propria strada.