Elon Musk-Twitter, la resa dei conti: le mosse del miliardario | Braccio di ferro con la Sylicon Valley

Brutte notizie per Twitter che dopo l’abbandono di Elon Musk alla trattativa per l’acquisizione del social network deve fare i conti con un’altra situazione negativa.

Anche questa volta, secondo i leader di Twitter, sarebbe colpa del patron di Tesla e delle sue azioni.

Ancora brutte notizie per Twitter. Dopo il no di Musk un’altra doccia fredda e la colpa sarebbe sempre del patron di Tesla

Non è un buon momento per Twitter, il social network sedotto e abbandonato dall’istrionico Elon Musk. Il social è in causa con il proprietario di Tesla. Quest’ultimo aveva avviato le trattative  per l’acquisizione della piattaforma alla cifra di 44 miliardi di dollari prima di tirarsi indietro dall’affare accusando Twitter di non aver divulgato il numero reale di account finti presenti nella piattaforma. Da qui l’azione legale del social network nei confronti di Musk.

Proprio Twitter, nei giorni scorsi, aveva avuto una prima piccola vittoria. Il giudice, nel corso della prima udienza, aveva deciso di procedere con un processo veloce, al contrario di quanto chiesto da Musk.

Elon Musk-Twitter, utili in calo per il social. La colpa sarebbe ancora del patron di Tesla

Adesso, in attesa che l’azione legale vada avanti, altri grattacapi si sono presentati per i vertici di Twitter. L’azienda ha infatti chiuso il secondo trimestre sotto le attese degli analisti. E la colpa sarebbe ancora una volta di Musk.

I ricavi sono scesi dell’1% a 1,18 miliardi di dollari, meno delle attese del mercato che puntava su 1,32 miliardi. La perdita netta è risultata pari a 270 milioni. Il motivo, secondo Twitter,  i “venti contrari nel settore pubblicitario, nonché l’incertezza relativa all’acquisizione di Twitter da parte di un affiliato di Elon Musk“, ha riferito la società.

Molte aziende come Twitter che fanno molto affidamento sugli annunci pubblicitari stanno soffrendo a causa di una diminuzione dei budget degli inserzionisti. “Twitter è su una barca a remi nel mezzo di una tempesta“, ha detto l’analista Jasmine Eenberg.La saga di Musk ha scosso la barca ancora più forte.” “Twitter è ora nella posizione poco invidiabile di convincere gli inserzionisti che la sua attività pubblicitaria è solida“, ha aggiunto.

Intanto i titoli di Twitter sono calati a Wall Street dopo la trimestrale deludente, arrivando a a perdere il 4%.  Ma a tenere banco sarà ancora la vicenda legata a Elon Musk e a deciderlo sarà il giudice. La rete di social media, a tal proposito, ha replicato affermando che il patron di Tesla non può tirarsi indietro dopo aver trovato un accordo “Twitter ritiene che la presunta risoluzione del signor Musk non sia valida e illecita e che l’accordo di fusione rimanga in vigore“, si legge nel rapporto sugli utili.