Femminicidio, uccisa per le storie su TikTok | Il racconto di un “amore tossico”

Ennesimo femminicidio ma questa volta il dramma nasce da alcune stories postate su TikTok dalla vittima. La 29enne aveva trovato il modo di sfogarsi di quell’amore tossico raccontando tutto sul social ma l’ex ha reagito con la violenza

Raccontava la sua separazione dal marito sui social postando giornalmente i suoi pensieri su quell’amore malato, tossico.

femminicidio
Femminicidio, postava su TikTok la sua relazione finita con il marito, lui la uccide (Immagine rete)

Lui, l’ex non ha retto e ha usato la violenza animale sulla donna ponendo fine alla sua vita. Così, si consuma l’ennesimo femminicidio, con un risvolto inaspettato.

Femminicidio, postava i suoi pensieri su TikTok ma il gesto ha fatto arrabbiare l’ex | Muore a 29 anni

L’ex marito l’ha uccisa senza ritegno solo perché lei, la 29enne Sania Khan, aveva pubblicamente dato sfogo a quell’amore tossico sui social.

femminicidio
Femminicidio, posta su TikTok la fine della sua relazione d’amore, lui la ammazza (Immagine rete)

Il dramma è avvenuto a Streeterville, quartiere dell’area North Side di Chicago, nello stato dell’Illinois. La separazione dal marito e un matrimonio finito male ha portato Sania ha postare i suoi pensieri più intimi su quella burrascosa storia d’amore ma il marito non accettava il fatto che parlasse della loro relazione sui social.

L’obiettivo della 29enne era di raccontare quello che stava vivendo e aveva scelto TikTok per farlo, rendendo l’esperienza (a suo avviso) più leggera. Un modo per attenuare il dolore che provava, ma anche per dare sostegno a chi stava soffrendo come lei.

Per questo motivo Sania che di professione faceva la fotografa, negli ultimi mesi si era messa sui social e aveva raccontato tutte le fasi del suo divorzio, compresi gli stati d’animo che stava sopportando.

Per allontanarsi dall’ex marito, si era anche trasferita dalla Georgia a Chicago ma l’uomo lunedì scorso l’ha raggiunta con l’unico obiettivo di ucciderla. A dare l’allarme alcuni vicini di condominio che, dopo aver udito alcuni spari d’arma da fuoco nel primo pomeriggio, hanno chiamato la polizia.

Gli agenti, arrivati sul luogo, hanno trovato sia l’uomo che la donna con ferite da arma da fuoco alla testa. Per la donna non c’è stato nulla da fare, è morta sul posto; mentre l’aggressore è stato portato d’urgenza al Northwestern Memorial Hospital, dove è stato dichiarato morto poco dopo.

La relazione con quell’uomo che un tempo le aveva promesso un amore vero, nel tempo si è tramutato in tossicità fine a giungere al triste epilogo: la morte. Dal principe azzurro, così, quel marito, si è trasformato nel suo carnefice.