Noemi, che follia per la Roma e Dybala | “Promessa indecente” in caso di Scudetto

Noemi, tra canto e calcio, la passione per la Roma è dilagante: la celebre cantante ha promesso il tutto per tutto in caso di Scudetto.

Veronica Scopelliti, altrimenti nota come Noemi non ha mai nascosto la propria passione per la Roma. La celebre cantante ha raccolto successi e soddisfazioni musicali sempre con i giallorossi nel cuore: era addirittura all’Olimpico in occasione della finale di Tirana per la Conference League.

Noemi Roma
Noemi, che pazzia per la Roma (ANSA)

Dopo la vittoria finale gli acuti sono stati di gioia, la donna ha posato l’asta del microfono e si è dedicata a fare cori. Esibizione che gli riesce benissimo, soprattutto quando la felicità è al settimo cielo. Mesi dopo la Roma compra Dybala, sono ore frenetiche quelle che portano all’ufficialità del colpo: Noemi alla notizia non sta più nella pelle. In tutti i sensi. La nota artista, infatti, alla notizia ha postato un tweet dove si mostra esultante. Ma non è finita qui.

Noemi, pazzia giallorossa: la cantante è pronta a fare di tutto

Un fan approfitta dell’atmosfera gioiosa e chiede: “Se vinciamo lo Scudetto, fai lo spogliarello come la Ferilli?”. Il ricordo – ancora vivo nei tifosi romanisti – è quella sera di 21 anni fa al Circo Massimo. Era il 17 Giugno, per molti sinonimo di eternità anche grazie alla performance dell’attrice che si spogliò al Circo Massimo rimanendo in bikini. Rigorosamente giallorosso. A Noemi è stato chiesto di fare lo stesso: lei ha risposto senza remore. “Faccio tutto”, si legge su Twitter.

Roma Noemi
La cantante pronta a tutto per la Roma (ANSA)

Una vera e propria presa di posizione che rimane agli atti, ma Veronica Scopelliti sa che i social non perdonano. Qualora la Roma dovesse farcela, questo post tornerà attuale. E i tifosi non vedranno l’ora di chiedere data e ora dello spettacolo: per una volta le fantasie superano la realtà. Un finale così la cantante non l’avrebbe mai immaginato neppure nella più sentita delle sue canzoni. Ai posteri, anzi ai post, l’ardua sentenza.