Amber Heard non molla Johnny Depp: la strana richiesta all’ex marito | Entrano in gioco i legali

Amber Heard più agguerrita di prima, la donna è pronta a rivalersi su Johnny Depp immediatamente dopo il processo: la richiesta bizzarra.

Amber Heard non molla la presa. La donna continua a tenere banco dopo la querelle legale con l’ex marito Johnny Depp: il processo ha parlato chiaro. All’attrice spetta pagare un ingente risarcimento all’interprete.

Johnny Depp, la richiesta di Amber Heard (ANSA)

Anche se i legali dell’attore hanno detto che potrebbe essere possibile soprassedere, visto che la Heard non avrebbe i soldi per pagare una somma così elevata: “Non sono i soldi – ha sottolineato Depp – è una questione di principio. Ho intentato questo processo per i miei figli, non volevo che crescessero con un’immagine sbagliata del padre”.

Amber Heard contro Johnny Depp: la diatriba senza fine

Le accuse di violenza sono state respinte. Ora la diatriba legale vive una nuova fase: nella fattispecie, la donna chiede l’annullamento del processo. Non ci sta al verdetto espresso e non vuole pagare gli oltre 10 milioni di dollari di risarcimento. Depp fa muro. Se sui soldi si può discutere, sulla veridicità del processo no. L’attendibilità dell’iter giudiziario – secondo Depp – non può e non deve vacillare. Per questo i legali scendono in campo, l’obiettivo è evitare qualsiasi ripercussione.

Processo Amber Heard
L’ex moglie di Johnny Depp torna alla carica (ANSA)

L’interprete ha messo a punto una strategia capillare per far sì che ogni cosa resti al suo posto: piano congegnato al fine di non creare ulteriori stravolgimenti. Anche se Amber Heard dimostra di potersi permettere di andare oltre.

Non è detto che Depp non possa raccogliere parzialmente la “preghiera” della donna: nessun annullamento, ma la consapevolezza di non infierire ulteriormente sul piano istituzionale. Johnny Depp, nel frattempo, pensa all’estate e ai progetti in cantiere. Lo stesso vale per Amber Heard, anche se la strada appare leggermente più in salita per l’attrice di Acquaman.