Squid Game: il protagonista rivela la sconcertante realtà dietro la fiction

Squid game è la serie distribuita dal Netlflix più vista a livello globale con un successo senza eguali. Oggi uno dei protagonisti racconta la dura realtà che si cela dietro la serie

I protagonisti della serie hanno raggiunto la notorietà in tutto il mondo. Più di 100 milioni di utenti hanno seguito la storia dei personaggi, rompendo tutti i record di ascolti in meno di 28 giorni. In una recente intervista il protagonista della serie si è aperto e ha raccontato la sua visione dietro lo show

Squid Game e la realtà dietro la serie – foto rete

Un successo senza eguali

La sceneggiatura della serie sudcoreana, ideata dal regista e sceneggiatore Hwang Dong-hyuk, vede la luce per la prima volta nel 2008. Rifiutata da molti produttori, Netflix ne acquista i diritti così da ampliare le offerte di intrattenimento provenienti da Paesi esteri.

Il tema principale della serie, è quello di raccontare le difficoltà economiche e le disparità sociali presenti nella società della Corea del Sud. La trama racconta di un gruppo di persone che, mosse dalla disperazione prende parte a dei giochi mortali: in palio per il vincitore la vertiginosa cifra di 45,6miliardi di won. Oltre alle dinamiche dei partecipanti nel gioco sono raccontati i retroscena della loro vita al di fuori del game e di come alcune di queste sono intrecciate tra loro. Insomma tra giochi di intrighi vendetta e potere gli utenti di Netflix sono stati catturati dalla serie ormai diventata cult.

Lo scorso mese viene annunciata la seconda stagione della serie.

Oh Yeong-su, il numero 001

Nessuno si aspettata il successo globale della serie, successo che ha stravolto le vite dell’ideatore e degli attori protagonisti, celebri ormai in tutto il mondo.

L’attore che interpreta l’anziano concorrente numero 001, personaggio chiave della serie, è Oh Yeong-su. L’attore sudcoreano lavora nel mondo del cinema e del teatro da oltre 50 anni, ma ha raggiunto la notorietà a livello internazionale solo grazie a Squid Game.

il protagonista di Squid Game racconta la verità dietro la serie

Nel corso di una recente intervista ha parlato di come questo successo abbia cambiato la sua vita affermando di sentirsi come se stesse “fluttuando in aria… sento il bisogno di calmarmi, di riorganizzare i pensieri e di rallentare”. Essere famosi è difficile” ha proseguito, dichiarando di non aspettarsi tutto ciò, e di ricevere talmente tante richieste da essere costretto a rifiutare molte proposte.

In merito alla serie, l’attore, quasi ottantenne, ha parlato della sua personale concezione della vita, esprimendo come si dia troppa importanza a chi raggiunge il primo posto, come se fosse l’unico a contare, trascurando l’impegno di chi è arriva secondo e di come in realtà se ne esca tutti vincitori. L’impegno e la dedizione per realizzare i propri progetti nella vita permettono al singolo di raggiungere uno stato di pace interiore, ed è questo secondo l’attore a rappresentare la vera vittoria.