Qatar 2022, è ufficiale il Fuorigioco semiautomatico | Novità assoluta ai Mondiali: come funziona

Il fuorigioco semiautomatico entra a far parte dei Mondiali di Qatar 2022: di cosa si tratta e perché è così importante. Tutti i dettagli.

Novità importanti in vista del prossimo campionato mondiale programmato a novembre e dicembre 2022. La FIFA ha introdotto la rilevazione semiautomatica del fuorigioco. Si tratta di una indiscrezione, diventata realtà a distanza di diverse settimane dall’annuncio, in grado di stravolgere quanto deciso fino ad ora.

Fuorigioco semiautomatico FIFA annuncio
Fuorigioco semiautomatico, è ufficiale: annuncio della FIFA | Novità assoluta ai Mondiali Qatar 2022: come funziona

I direttori di gara beneficeranno del nuovo sistema in grado di “aiutare gli arbitri, in campo e alla Var, a prendere decisioni in maniera più rapida, precisa e affidabile“, si legge in una nota ufficiale. Saranno ben 12 le telecamere installate a ridosso del tetto degli stadi, così da catturare fino a 29 movimenti di ogni giocatore (circa 50 immagini al secondo ndr). “Sarà possibile calcolarne la posizione esatta sul campo. I 29 gruppi di dati raccolti comprendono le estremità e le parti del corpo che vengono prese in considerazione per segnalare un fuorigioco“, sottolinea un messaggio della FIFA.

Fuorigioco semiautomatico, la decisione è ufficiale | La nota della FIFA

Di patto anche il pallone ufficiale, chiamato Al Rihla by Adidas, conterrà un sensore utile per rilevare le posizioni dubbie. Si chiama sensore di misura inerziale e sarà posizionato al centro della sfera. Il sistema sarà in grado di inviare “un pacchetto di 500 dati al secondo alla sala video”. Ciò consentirà di rilevare “con assoluta precisione il momento esatto in cui la palla viene colpita“.

Tutti i dati di tracciamento serviranno come supporto, nei confronti della nuova tecnologia, in modo tale da fornire supporto alla sala video ogni qualvolta un giocatore sarà in una posizione dubbia. “Prima di segnalare l’offside al direttore di gara, la squadra video arbitrale verifica manualmente il momento esatto della situazione di gioco e il processo, in pochi secondi, consente di prendere decisioni più rapide e accurate“, informa la FIFA con una nota. Ovviamente le informazioni saranno disponibili anche per chi detiene i diritti tv. Sarà possibile informare gli spettatori in modo chiaro e tempestivo sulle scelte derivati dal semifuorigioco automatico. Diverse prove testate a Nyon in vista del prossimo mondiale di calcio che inizierà il prossimo 21 novembre.

Il commento di Collina

A parlare della novità è Pierluigi Collina, presidente della Commissione Arbitri della FIFA. “Siamo consapevoli che a volte ci vuole troppo tempo per controllare una possibile posizione di offside. Ciò è evidente quando i dubbi sono tanti. È qui che la tecnologia in questione è di grande aiuto. Aiuta a prendere decisioni più velocemente e con maggiore precisione. I test sono stati un successo”, ha ribadito Collina.