Amber Heard, non è finita | Nuove accuse all’ex moglie di Johnny Depp: cos’è successo

Amber Heard ancora al centro di polemiche. Dopo la diatriba legale con Johnny Depp, la donna finisce di nuovo sotto accusa: cos’è successo.

Amber Heard, non c’è scampo. La donna sembra avere un conto aperto con la Giustizia, dopo il processo con Johnny Depp – che l’ha vista uscire sconfitta sul piano giudiziario e mediatico – l’attrice finisce nuovamente sotto i riflettori per via di accuse pesanti: la ragione sarebbe incredibile. Si tratta di fatti accaduti qualche anno fa, quando Depp-Heard era ancora sinonimo di affiatamento e armonia: la coppia (allora era ancora così) si trovava in Australia per impegni dell’attore. Doveva girare Pirati dei Caraibi.

Amber Heard processo
Amber Heard, nuovo processo all’ex moglie di Johnny Depp (ANSA)

Unire l’utile al dilettevole: peccato, però, che quella trasferta verrà ricordata come l’inizio della fine. Amber Heard aveva al seguito due cani. Nello specifico due Yorkshire Pistol e Boo. Sembra un dettaglio che diviene rilevante nel momento in cui non li dichiara alla dogana: in Australia su questo ci sono regole ferree, in quanto la situazione degli animali è molto particolare. Anche in relazione all’igiene.

Amber Heard, nuove accuse all’attrice: cos’è successo

Le autorità australiane hanno intimato alla donna di riportare sul suolo americano i felini entro 72 al massimo, altrimenti sarebbero stati soppressi. Niente mezze misure poiché tutti gli animali (dichiarati) che entrano in Australia devono essere sottoposti a un periodo di quarantena. L’interprete ha rischiato 10 anni di reclusione per contrabbando di animali, se la cavò con una sentenza di colpevolezza per falsificazione dei documenti di viaggio.

Processo Amber Heard
L’ex moglie di Johnny Depp nuovamente sotto accusa (ANSA)

Depp, dal canto suo, parlò della vicenda sottolineando che credevano di avere tutto in regola per quanto riguarda il trasporto di animali. Evidentemente non era così. La macchina mediatica e giudiziaria ha rimesso in moto il meccanismo: sarebbero spuntate fuori nuove prove social in grado di rimettere in piedi la diatriba. In Australia le carte non erano state archiviate, ora l’attrice rischia un’accusa di falsa testimonianza durante il processo. Il rapporto della Heard con gli avvocati è tutt’altro che acqua passata. Avviso di garanzia giunto a destinazione.