Uomo scomparso da quattro giorni: trovato cadavere nel laghetto | Non si esclude nessuna pista

Era scomparso da quattro giorni, ora un uomo di 49 anni è stato ritrovato cadavere in un laghetto. Le speranze della famiglia di ritrovarlo vivo sono finite. Gli inquirenti indagano sull’ipotesi della morte: non si esclude nessuna pista

Tragico epilogo per l’uomo di 49 anni, marito e papà di tre figli, che era scomparso quattro giorni fa da casa. Il cadavere è stato rinvenuto ieri sera in un laghetto non lontano dalla sua abitazione.

uomo scomparso
Uomo scomparso 4 giorni fa, ritrovato cadavere nel laghetto (Immagini rete)

La moglie del 49enne di origini vicentine aveva diramato la notizia della sua scomparsa anche sui social con un appello. L’ultima volta che i familiari hanno visto vivo l’uomo è stata domenica quando in sella alla sua bici era uscito per una passeggiata. Poi il nulla.

Uomo scomparso da quattro giorni, trovato cadavere nel laghetto | Nessuna pista esclusa dagli inquirenti

Domenica intorno alle 20, Davide Zanotto, in sella alla sua bicicletta, a Cusinati di Tezze, era uscito per un passeggiata. Da quel momento le sue tracce si sono perse fino al ritrovamento, ieri in serata di un cadavere appartenente a un uomo di 49 anni. Terminano in modo tragico le ricerche che da quattro giorni la moglie dell’uomo, insieme alla polizia, avevano avviato.

davide zanotto scomparso
Uomo scomparso da quattro giorni, ritrovato cadavere nel laghetto (Immagine Facebook)

Il ritrovamento del corpo senza vita a Carmignano di Brenta, nel Padovano: il cadavere che affiorava dal laghetto di Camazzole è il suo. Ad avvistare per prima il corpo e allertare i soccorsi una donna che stava passeggiando nella zona.

Laghetto dove è stato rinvenuto il cadavere è una ex cava nel bacino del Brenta e si trova poco distante dall’abitazione della vittima. Non è ancora chiaro se si sia trattato di un gesto estremo o un tragico incidente.

Sui social la moglie di Davide si era data da fare con appelli sulla scomparsa del marito, esperto ciclista. Diverse decine le pagine e profili dell’uomo nati appositamente con la sua foto e l’appello a segnalare qualsiasi notizia alle forze dell’ordine.

Nella zona di Tezze sul Brenta e di Rosà l’uomo era molto conosciuto tanto che ha condividere l’appello social anche l’ex deputata e attuale assessore  regionale Manuela Lanzarin nonché la protezione civile di Marostica, è tutti gli amici e conoscenti del vicentino.

Oltre ad essere noto per la sua passione ciclistica, Davide Zanotto lavorava nell’azienda di impiantistica industriale Bisson. Padre di tre figli minori, domenica era uscito di casa senza documenti e senza cellulare.

Al momento gli investigatori non escludono alcuna pista. Si attendono risvolti nelle prossime ore.