Gattuso al Valencia, presentazione alla Ringhio | Replica schietta alle polemiche

Gennaro Gattuso è ufficialmente un nuovo allenatore del Valencia. Alle polemiche il tecnico risponde subito senza tirarsi indietro. 

Gattuso riparte come allenatore dopo la breve parentesi con la Fiorentina della scorsa estate che non si è conclusa nel migliore dei modi. Addio praticamente a stagione nemmeno iniziata dopo diversi momenti di tensione con la società. Adesso è tempo di guardare altrove e di concentrarsi sulla nuova avventura.

Gattuso Valencia
Gattuso al Valencia, presentazione alla Ringhio | Replica schietta alle polemiche

Il campionato di Liga spagnola lo attende dopo un periodo veramente complicato vissuto con soli 20 giorni infuocati sulla panchina viola durante lo scorso giugno. Adesso è acqua passata e a Valencia c’è una nuova aria. L’ex tecnico di Pisa, Milan e Napoli ha rilanciato alcune questioni che lo hanno di recente coinvolto.

Gattuso riparte da Valencia, la risposta alle critiche

Gattuso ha parlato in conferenza stampa anche di quanto accaduto negli ultimi tempi, ma l’obiettivo è adesso quello di guardare avanti. “Sono molto felice di essere qui, sono orgoglioso di allenare un club grande e storico come il Valencia“, dichiara l’allenatore calabrese. Si tratta del decimo tecnico da quando l’imprenditore Peter Lim è alla guida del club (2014). Polemiche alle spalle e via con novità importanti per il prosieguo della stagione.

Grande soddisfazione e voglia di fare bene per il prosieguo della stagione. E pensare che l’affare era stato persino ostacolato a causa di presunte dichiarazioni attribuite a Gennaro Gattuso. “Per me e per il mio staff è stato un giorno importante quando per la prima volta ho parlato con i dirigenti, è un piacere e un onore iniziare questa nuova avventura (…) Dico sempre che rispetto tutti e non ho paura di nessuno, voglio che sia questa la mentalità della squadra“, commenta il nuovo allenatore del Valencia.

Dalla gioia alla responsabilità del progetto

Gennaro Gattuso è il nuovo allenatore del Valencia con cui ha firmato un contratto di due anni fino al 30 giugno 2024. L’allenatore italiano subentra infatti a José Bordalas, richiamato a maggio 2021 e non confermato per la stagione 2022/23. Dritti al nocciolo della questione e nessuno spazio per le polemiche. “Ho conosciuto un rispettato Valencia. Una squadra, tifosi, tutti legati dal cuore. Per me il calcio è passione, rispetto per il gioco e amore per la palla“, ha ricordato l’allenatore che è già pronto e ha esaltato tutti con un videomessaggio e una frase in dialetto valenciano.