Maniaco dei Parioli, identificato l’uomo travestito da Sailor Mercury | Era ricercato dopo il video shock

Smascherato il maniaco dei Parioli, si mascherava da Sailor Mercury e si masturbava nel parco. L’allarme dopo il video shock in rete. Insospettabile: l’uomo non aveva precedenti.

Si vestiva da Sailor Mercury, una delle protagoniste del cartone animato giapponese Sailor Moon, e si masturbava in un giardino frequentato da ragazzi e bambini. L’allerta nel quartiere Parioli, a Roma, era scattata dopo che qualcuno era riuscito a filmarlo.

maniaco parioli
Maniaco dei Parioli, identificato l’uomo travestito da Sailor Mercury | Era ricercato dopo il video shock – Immagine Rete

Domenica 1 maggio la vita dei residenti del quartiere della Roma bene è stata sconvolta da un video pubblicato sul canale Telegram di Welcome To Favelas. Un residente era riuscito a immortalare, da un palazzo che affaccia sui giardini tra Via di Vigna Filonardi e Via Ruggero Fauro, un uomo in tutina bianca, con una parrucca blu in testa, intento a masturbarsi. In pubblico e in pieno giorno. Qualche secondo di immagini, pochi frame mostrati immediatamente da cittadini, e soprattutto da genitori, ai Carabinieri della Compagnia Parioli. Da allora sono scattate indagini e appostamenti per dare un volto e un nome all’uomo in gonnellina blu.

Smascherato il maniaco dei Parioli, insospettabile: non aveva precedenti penali

Lo scorso 20 maggio il maniaco è stato identificato dai Carabinieri dei Parioli. L’uomo sarebbe stato pizzicato proprio mentre stava cambiandosi d’abito, pronto per entrare in azione ancora una volta.

maniaco parioli
Smascherato il maniaco dei Parioli, insospettabile: non aveva precedenti penali

Oltre al già noto costume da Sailor Mercury, nel suo zaino i militari hanno rinvenuto altri due abiti: il primo da cheerleader, il secondo da Spiderman. L’uomo, senza nessun precedente, secondo quanto ricostruito nel corso delle indagini, arrivava nella zona dei Parioli, che frequentava da tempo, da un quartiere della periferia romana, al di fuori dal raccordo anulare. I Carabinieri, dopo averlo identificato e sequestrato i travestimenti, hanno proceduto all’invio di una informativa alla Procura di Roma.

La notizia ha fatto rapidamente il giro del quartiere rasserenando i residenti. Nell’area sono presenti diversi istituti scolastici, tra cui la scuola materna comunale San Pio X e i due plessi dell’Istituto comprensivo Via Boccioni. I giardini di via di Vigna Filonardi sono ritenuti strategici proprio per questo motivo: da sempre molto frequentati dagli studenti che dalla fermata dell’autobus raggiungono le scuole vicine. Ed è proprio dai genitori di quegli alunni sono partite le prime denunce che hanno poi dato il via alle indagini.