Attacco alla chiesa in Nigeria, sale il bilancio dei morti | Ancora nessuna rivendicazione

Sale di ora in ora, il bilancio delle vittime dell’attacco alla chiesa di San Francesco Saverio a Owo, nel sudovest della Nigeria. Tra le vittime molte donne incinte e bambini.

Non c’è ancora il numero definitivo, ma a quanto pare il bilancio delle vittime dell’attacco alla chiesa di San Francesco Saverio a Owo, nel sudovest della Nigeria ha raggiunto numeri impressionanti.

Attacco alla chiesa in Nigeria, sale il bilancio dei morti

Si parla attualmente di 100 vittime, tra cui per la maggioranza donne e bambini, ma la cifra non è definitiva e a quanto si apprende è destinata a salire. E’ la denuncia che arriva da Oluwole Ogunmolasuyi, esponente politico nello stato di Ondo, citato dall’agenzia Dpa, all’indomani dell’assalto a colpi di arma da fuoco ed esplosivi alla chiesa affollata di fedeli durante la messa di Pentecoste.

Ieri fonti mediche citate dal Nigerian Tribune parlavano di almeno 50 morti, ma il bilancio è purtroppo salito velocemente. La buona notizia, in questa immensa tragedia, è che secondo la diocesi di Ondo  Tutti i preti e il Vescovo sono salvi e nessuno di loro è stato rapito come riportato da alcuni social media“. Ieri infatti nei primi momenti concitati dell’assalto, si era parlato anche di rapimenti, notizia per fortuna oggi smentita. 

Attacco alla chiesa in Nigeria, sale il bilancio dei morti, le informazioni al vaticano

In giornata, sono state date informazioni più dettagliate sul numero delle vittime dell’attentato alla fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa.

Attacco alla chiesa in Nigeria, sale il bilancio dei morti. Gli aggiornamenti

Gli obitori nei quali sono stati trasferiti i corpi senza vita sono più di uno. Nel primo fino ad ora visitato dalla nostra fonte sono stati condotti 25 cadaveri“. La stessa fonte tuttavia precisa che i corpi senza vita identificati e confermati sono oltre 50. “Sarà possibile avere un numero definitivo solo dopo aver visitato tutti i reparti dei diversi ospedali“, riferisce Acs all’Ansa. 

Al momento l’identità degli assalitori rimane sconosciuta. Nessuna rivendicazione dell’atto criminale che ha sconvolto l’intera comunità, è stata resa nota. Ferma condanna da parte di tutto il mondo. Anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato un messaggio al presidente della Repubblica Federale di Nigeria, Muhammadu Buhari. Suscita profonda tristezza la notizia del vile attacco contro la chiesa di San Francesco a Owo, dove hanno trovato la morte numerosi fedeli inermi riuniti per celebrare la Pentecoste.  Nel condannare con la massima fermezza l’orribile gesto criminale, desidero confermarLe che la Nigeria potrà sempre contare sul sostegno dell’Italia nella lotta contro ogni forma di violenza” ha scritto.