Strage in ospedale, killer spara e uccide 4 persone | Nel mirino un medico specifico

Un uomo compie una strage in un ospedale: entra e uccide 4 persone ferendone altre 10 con una pistola e un fucile. Ma nel mirino del killer c’era un medico specifico

Non si arresta la scia di sangue in America dopo la recente strage nella scuola elementare del Texas, questa volta la tragedia ha colpito l’ospedale di Tulsa, nell’Oklahoma.

strage ospedale
Strage in ospedale, killer spara e uccide 4 persone (Pixabay)

Un uomo apre il fuoco uccidendo quattro persone e ferendone altre dieci prima di suicidarsi. Il fatto è avvenuto al secondo piano del Natalie Medical Building, ospedale St. Francis noto prevalentemente per essere il migliore nel settore della medicina sportiva.

Strage in ospedale, killer spara e uccide 4 persone | Bilancio disastroso dei feriti ma l’obiettivo era un medico specifico

Il killer, un uomo fra i 35 e i 40 anni afroamericano, è entrato in azione nel pomeriggio di ieri. Secondo alcune fonti, nel mirino dell’uomo c’era un medico specifico.

strage ospedale america
Strage in ospedale, un uomo entra armato e spara, bilancio devastante: 4 persone morte e 10 feriti (Pixabay)

Ma questo non ha impedito ugualmente al killer di agire e commettere una strage uccidendo quattro persone e ferendone altre 10. Tra le vittime ancora non è chiaro se l’aggressore abbia trovato e colpito anche il medico.

Al momento non ci sono informazioni neanche sulle altre vittime. L’uomo ha sparato con una pistola e un fucile. A lanciare l’allarme una terza persona che, capendo cosa stava per accadere, è intervenuto allertando la polizia e avvertendo che c’era un uomo armato nel campus dell’ospedale.

Gli agenti, arrivati sul posto pochi minuti dopo, sono intervenuti prontamente. La stessa polizia fa sapere, come riporta Ansa che: “Nessun agente è rimasto ferito”.

La strage è avvenuta nel giorno del 101° anniversario del massacro di Tulsa e sarebbe collegato sempre nella stessa città a un allarme bomba scattato nelle ultime ore.

L’ennesima sparatoria arriva in un momento di tensione per gli americani, divisi dopo i recenti fatti di cronaca collegate alla detenzione di armi e a alle successive stragi avvenute a Uvalde e a Buffalo.

La speaker della camera Nancy Pelosi ha assicurato che ci sarà un’azione forte. Nel frattempo, alla luce dei recenti fatti di cronaca, i democratici stanno dibattendo su diverse misure da attuare, fra le quali anche il divieto delle armi d’assalto.