Nuova aggressione con acido | Vittima una donna di 52 anni

Una nuova aggressione con l’acido a distanza di pochissimo da quella subita dalle due sorelle napoletane. Questa volta la vittima è una donna di 52 anni. In comune con il blitz precedente la stessa città, Napoli

Sono trascorsi solo un paio di giorni dall’ultima aggressione con l’acido avvenuta nella città partenopea ai danni delle due sorelle napoletane.

nuova aggressione acido
Nuova aggressione con l’acido a Napoli, vittima una 52enne (Ansa)

Questa volta la vittima è una donna di 52 anni che, mentre camminava per la strada, è stata avvicinata da un’auto con a bordo due ragazze. Una di queste ha estratto una bottiglietta contenente il liquido incolore gettandolo addosso alla vittima.

Nuova aggressione con acido | Vittima una donna di 52 anni

La 52enne sarebbe stata avvicinata da una donna alla guida di un’auto. Giunta vicino al finestrino della vettura, un’altra donna all’interno dell’abitacolo le ha lanciato sul volto l’acido.

nuova aggressione acido
Aggressione con l’acido, nuovo caso a Napoli (Ansa)

Il fatto è accaduto ieri mattina ma solo in serata la donna ha denunciato l’aggressione all’arma dei carabinieri di Torre del Greco, nel napoletano.

Il gesto aggressivo riporta la stessa dinamica di quello accaduto un paio di giorni fa alle due sorelle di Napoli con la sola (fortunatamente) differenza che questa volta i danni riportati sul viso della 52enne risultano lievi.

I medici che hanno soccorso la vittima, infatti, scrivono nel referto una “dermatite da caustici con severo edema del volto e dolorosa congiuntivite con prognosi di 15 giorni”. 

Come è avvenuta l’aggressione

La donna ha denunciato agli inquirenti di essersi trovata in via Vittorio Veneto, una delle arterie centrali della città napoletana, quando è stata avvicinata da un’automobile di colore grigio. All’interno della macchina c’erano due donne, le quali hanno convinto la 52enne ad avvicinarsi.

Una volta arrivata al finestrino dell’auto la donna seduta sul lato passeggeri ha estratto la bottiglia con l’acido scaraventandole addosso il contenuto. A seguito dell’aggressione, le due si sono dileguate, mentre la vittima solo in un secondo momento ha capito cosa le era capitato.

La donna che si occupa per lavoro di persone disagiate, disabili e bullismo, ha detto ai carabinieri che spesso è oggetto di commenti minatori sui vari social network e di minacce a mezzo telefono. Non è ancora chiaro se l’evento sia collegato a uno di questi fatti o se è stato un puro caso.

Infine, riferisce la vittima, di non avere riconosciuto le due donne poiché indossavano le mascherine chirurgiche.