730 precompilato 2022, da oggi si parte con l’invio | Ecco le informazioni che bisogna conoscere

Parte la dichiarazione del modello 730 precompilato 2022. Quali sono le novità annunciate e cosa bisogna seguire: tutti i passaggi.

Da martedì 31 maggio 2022 è possibile inviare la domanda per la dichiarazione 730 precompilata. Inviare la dichiarazione con i dati fiscali già inseriti diventa realtà. In alternativa è possibile effettuare delle modifiche oppure apportare le giuste integrazioni del caso.

Dichiarazione 730 precompilato 2022
730 precompilato 2022, da oggi si parte con l’invio | Ecco le informazioni che bisogna conoscere (Immagine Rete)

Il modello 730 precompilato è disponibile già sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Per accedere è necessario essere in possesso di Carta d’identità elettronica, Spid o Carta nazionale dei servizi. Ci sono delle scadenze differenti a seconda dell’utente che usufruisce del servizio.

Modello 730 precompilato 2022, cosa c’è da sapere sulla dichiarazione | Altri dettagli

I dati fiscali sono già inseriti nel sistema, ma è comunque possibile apportare modifiche o integrare. Il modello 730 precompliata 2022 riguarda già oltre un miliardo di dati caricati direttamente dal Fisco. Da quest’anno è possibile affidare l’invio anche ad un familiare o ad una persona di fiducia.

730 modello precompilato 2022
Dichiarazione 730 precompilata 2022, cosa c’è da sapere | Altri dettagli

Di fatto per la dichiarazione 730 precompilata 2022 ci sono due soluzioni all’orizzonte. La prima è quella di confermare i dati già presenti nel sistema, la seconda è invece apportare modifiche/integrazioni e poi inviare la domanda. Milioni di cittadini hanno già potuto visualizzare il modello precompilato accedendo sul sistema sin dallo scorso 23 maggio.

Le scadenza per la dichiarazione precompilata 730 nel 2022, i dettagli

Sul fronte delle scadenze emerge la data del prossimo 30 settembre per l’invio della domanda. Ciò vale per chi presenta il 730 (dipendenti e pensionati). La scadenza del 30 novembre è invece per coloro i quali utilizzeranno l’applicazione Redditi web. Per chi desidera accedere al servizio, come già spiegato, è importante accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate muniti di credenziali Spid, Carta d’identità elettronica o Carta nazionale dei servizi.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è inoltre disponibile una guida per i rappresentanti o persone di fiducia, con tanto di spiegazione su cosa fare in questi casi. Per fare questo è importante che la procura sia affidata a un coniuge o parente affine entro il quarto grado, ma esistono anche altri casi.

Basterà inviare un modello online, via fax oppure tramite posta elettronica certificata (Pec). Nel caso di una persona di fiducia, invece, la procura sarà conferita nell’ufficio dell’Agenzia.  Per chi non può raggiungere un ufficio a causa dei motivi di salute c’è una procura che può essere presentata direttamente dal rappresentante, con tanto di attestazione del medico di base della persona che richiede il servizio (cioè il rappresentato). Emergono novità anche per genitori, tutori, amministratori di sostegno e genitori.

Cosa c’è da sapere sulle novità

La novità riguarda nello specifico oltre 1 miliardo e 200 milioni di informazioni già presenti e inserite nella dichiarazione precompilata 2022. Si tratta nella stragrande maggioranza dei casi di spese sanitarie, bonifici per ristrutturazioni, spese scolastiche, universitarie e per asili nido, spese di ristrutturazioni condominiali, erogazioni liberali e tanto altro.

Sul sito c’è anche la spiegazione sulle modalità per affidare il tutto a un familiare o ad un’altra persona di fiducia. Il provvedimento serve proprio per agevolare chi non ha dimestichezza con la dichiarazione precompilata, così come altri servizi dell’agenzia delle Entrate.

Video tutorial per aiutare gli utenti

Per qualsiasi tipo di dubbio l’Agenzia delle Entrate ha diffuso sul canale YouTube alcuni video per spiegare le novità introdotte nel 2022. Passo dopo passo sarà così possibile visionare la procedura da effettuare. A tal proposito è stato annunciato un video tutorial che segue ogni passo della domanda e spiega come affidare la dichiarazione a una persona di fiducia.