Omicidio Lucia Cipriano, confessione shock della figlia assassina | “Non ce la facevo più…”

Per l’omicidio di Melzo, parla Rosa Fabbiano, la figlia di Lucia Cipriano uccisa brutalmente. La confessione scioccante dell’assassina: “Non ce la facevo più, ho fatto un disastro”

La donna 57enne, Rosa Fabbiano ha soffocato la madre 84enne con il cellophane. Poi ha segato il corpo con un attrezzo da falegname trovato in cucina. Infine, ha provato a bruciare i resti ma non è riuscita in questo ultimo intento. Così il cadavere è rimasto per oltre due mesi nella vasca da bagno di casa dell’anziana vittima.

omicidio lucia cipriano
Omicidio Lucia Cipriano, confessa la figlia (Ansa)

A mettere in scena questo macabro omicidio proprio la figlia di Lucia Cipriano. Il movente per l’atto è, come in tutti i casi di omicidio, senza senso. L’assassina ha dichiarato di essere arrivata allo stremo con la madre e che quella era l’unica soluzione per farla tacere.

Omicidio Lucia Cipriano, confessione shock della figlia assassina | “Non ce la facevo più”

Interrogata in caserma per ore, Rosa Fabbiano, rea confessa per l’omicidio della madre 84enne esprime solo un’unica frase: “Non ce la facevo più, ho fatto un disastro”. Poi non prova neanche a spiegare perché avrebbe ucciso Lucia Cipriano, la madre di cui si occupava da tempo perché malata.

omicidio lucia cipriano
Omicidio Lucia Cipriano, parla la figlia assassina, (Ansa)

Non ha nemmeno spiegato perché, dopo aver ucciso l’anziana soffocandola, ne avrebbe sezionato il corpo, per poi nascondere i resti nella vasca da bagno per 60 giorni.

Ma per il pm Elisa Calanducci gli elementi in mano sono comunque sufficienti a procedere al fermo di Rosa. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri e dai pm, Lucia è morta così: accompagnata dalla figlia Rosa in bagno è stata adagiata nella vasca. Poi la plastica ha bloccato naso e bocca procurandole la morte per asfissia. L’autopsia darà elementi aggiuntivi sulle cause della morte, e sul giorno dell’omicidio.
Per gli investigatori la data dell’omicidio è compresa tra fine marzo e l’inizio di aprile. La figlia assassina è a

Chi è Rosa Fabbiano, la figlia killer che uccise la madre facendola a pezzi

Rosa Fabbiano è un’operaia di 57 anni che vive con marito e due figli in provincia di Milano. L’assassina, figlia maggiore di Lucia Cipriano, depista a lungo anche la sorella minore, Loredana trasferitasi a Trento da anni.
È proprio quest’ultima che si preoccupa per la salute dell’anziana mamma. La preoccupazione nasce dal tono strano dei messaggi che la sorella maggiore le inviava sulla madre da un po’ di tempo.
Rosa le aveva raccontato che l’anziana era ricoverata in una Rsa. Così Loredana vuole capire cosa sta succedendo e arriva a casa della madre (già morta in bagno). Proprio lì, in casa, la sorella assassina cerca di fermare l’altra dicendole:

“No, non andare in bagno”. Sono rimasta impietrita. Le ho chiesto spiegazioni, lei mi ha detto di andare via. Ho provato paura”.

Mentre esce di casa, Rosa le confessa di “aver fatto un disastro”. Le chiede di portarla in caserma. Poi ha un ripensamento, così Loredana chiama il 112 e da lì a poco, l’orrenda scoperta.