Bonus affitti, risarcimenti dal proprietario di casa | Quali comportamenti possono costar cari

Bonus affitti, il proprietario di casa è garante dell’abitazione, ma se utilizza determinati comportamenti può pagare alcune penali.

Una casa in affitto è un investimento gravoso non solo per chi paga, ma anche per chi riceve: il cosiddetto “padrone di casa”, altrimenti noto come proprietario, ha anch’esso degli obblighi da rispettare e tener presente a meno che non voglia incorrere in pesanti penalizzazioni. Il rischio sono salati rimborsi o addirittura ulteriore ammenda al netto di certi comportamenti all’insaputa dell’inquilino, nonché affittuario. In primis il proprietario è tenuto – nel qual caso riesca ad affittare casa – a cedere tutte le chiavi in suo possesso.

Affitti Under 30
Affitti, i comportamenti da evitare (ANSA)

Una questione di privacy che scatta nel momento in cui si formalizza l’accordo sul piano economico e contrattuale. Vale per gli enti ma anche e soprattutto per le singole persone. Qualora dovesse avere una copia delle chiavi in modo illecito e l’inquilino dovesse scoprire una cosa simile, potrebbe chiedere non solo un cospicuo risarcimento ma anche la restituzione delle chiavi in maniera immediata.

Bonus affitti, i rischi per il padrone di casa: quali comportamenti evitare

L’altro comportamento da tener presente è quello relativo alla introduzione in appartamento in maniera furtiva. Qualora l’affittuario di casa scopra che il proprietario – o chi ne fa le veci – si sia introdotto furtivamente nell’appartamento, il rischio per quest’ultimo sarebbe piuttosto elevato. Si finisce nel penale, perchè – come nel primo caso – va a intaccare la privacy ma stavolta in forma più grave e acuta, per così dire.

Roma affitti 30 anni
Rischi per i proprietari di casa (ANSA)

Le sanzioni possono arrivare fino al 50% in più rispetto alla provigione: significa che, a seconda di quello che chiede d’affitto, sarà costretto a pagare una sanzione pari alla metà più uno. Le cifre rischiano di essere esorbitanti, proprio perchè si va a inficiare un terreno personale e un diritto inalienabile. Quello della riservatezza e tutela della privacy. Oltre che della propria incolumità.