Vaiolo delle scimmie timore per il passaggio all’uomo | il virus si comporta in maniera anomala

Tre casi in due giorni solo in Italia, tutti ricoverati allo Spallanzani. Fino ad ora il “Vaiolo delle scimmie” colpiva soprattutto viaggiatori provenienti dall’Africa, ora alcuni pazienti sono risultati positivi senza aver mai viaggiato in luoghi a rischio. Timore per una mutazione del virus. 

L’arrivo in Italia del primo caso segnalato il 19 maggio, e i successivi due ricoverati allo Spallanzani il 20 maggio, hanno subito riportato alla memoria i primi casi di Covid poi esploso nella maniera che ben conosciamo.

Vaiolo delle scimmie timore per il passaggio all’uomo

Sarà così anche per il vaiolo delle scimmie? Gli esperti al momento dicono di no, perché questo virus è conosciuto da tantissimo tempo ed è molto diverso da quello del Covid. Nonostante questo il timore rimane. Fino a poco tempo il virus colpiva soprattutto viaggiatori provenienti dall’Africa, o al massimo i loro contatti stretti. Dal 14 maggio invece una ventina di pazienti in Gran Bretagna, Spagna, Portogallo, Svezia e Usa sono risultati positivi senza mai aver viaggiato in luoghi a rischio. Altrettanti sono i casi sospetti in Europa, in 17 attendono la diagnosi in Canada. La maggior parte sono uomini e hanno avuto di recente rapporti sessuali con altri uomini, avverte l’Organizzazione mondiale della sanità.

Il primo paziente romano si è presentato mercoledì notte al pronto soccorso del Policlinico Umberto I. Era tornato da poco dalle Canarie. Nonostante non avesse gravi sintomi, era corso in ospedale, perché il viso si era riempito di bolle. L’allerta europea lanciata già da alcuni giorni dall’Ecdc, European Centre for Disease Control, ha permesso ai medici del pronto soccorso di riconoscere subito il problema. Le pustole erano le tipiche della malattia rotonde e grandi come un bottone di camicia. Partono dal viso, poi dopo poche ore si estendono anche sul tronco, fino ai genitali. 

Vaiolo delle scimmie timore per il passaggio all’uomo, costa sta succedendo

Il virus che sta circolando al momento, secondo gli esperti ha almeno due caratteristiche del tutto nuove rispetto alla malattia che conoscevamo finora ed è questo che sta creando molto timore.

Vaiolo delle scimmie timore per il passaggio all’uomo. Le parole degli esperti

È la prima volta che troviamo catene di trasmissione senza legami con l’Africa centrale od orientale“. Nessuno dei casi europei o nordamericani era stato in quei posti o aveva avuto contatto con persone provenienti da lì. “Questi sono anche i primi casi al mondo osservati nella categoria di uomini che hanno avuto rapporti sessuali con altri uomini” viene detto da Ecdc. Quest’ ultima osservazione ha causato forti proteste del partito gay: Chiediamo al ministero di intervenire per evitare che come negli anni 80 si crei uno stigma contro le persone gay” ha dichiarato il portavoce Fabrizio Marrazzo

Anche gli altri due casi sospetti osservati a Roma sono giovani uomini tornati di recente dalla Spagna. Per loro il test è in arrivo nelle prossime ore, ma i sintomi sembrano gli stessi. Tutti e tre i pazienti sono in osservazione allo Spallanzani, ma stanno bene. Il contagio può avvenire attraverso le goccioline di saliva e i contatti con le lesioni o i liquidi biologici infetti” spiega il portavoce dello Spallanzani che tranquillizza: “Al momento i tre casi osservati e gli altri casi verificatisi negli altri paesi europei e in Nord America non presentano segni clinici di gravità“. 

Vaiolo delle scimmie, gli interventi in caso di diffusione

Nei prossimi giorni il genoma del virus dovrebbe essere sequenziato per intero. Se il focolaio si dovesse estendere, potrebbe essere presa in considerazione una campagna vaccinale per gli individui a rischio e per i giovani. Il vaccino per il vaiolo, la cui somministrazione in Italia è cessata nel 1981, offre una certa protezione anche contro il vaiolo delle scimmie.