Napoli, Insigne addio di lusso: festa al Resort con amici e vip | Tutti i presenti

Insigne all’ultima stagione con il Napoli. Dopo aver salutato i tifosi al Maradona, una festa extralusso con amici e vip. Tutti gli invitati.

C’è solo un capitano. Leitmotiv già sentito di recente con Totti, da Roma a Napoli le stesse sensazioni 4 anni dopo. Ora tocca a Insigne. L’attaccante saluta i partenopei dopo dieci stagioni e un cuore lasciato sulle gradinate di quello che prima era San Paolo e ora è Maradona: uno stadio, una vita. Quella di tutti i tifosi del Napoli che non smettono di asciugarsi le lacrime. Prossima fermata: Toronto. La vista dal Canada sarà più lontana, ma sempre vigile. Napoli resta un pezzo di cuore. Prima, però, c’è l’estate italiana – e non è uno spot – da affrontare.

Insigne addio Napoli
Insigne, parenti e amici alla festa d’addio (ANSA)

Le peripezie iniziano da maggio: Insigne organizza un party d’addio con tutti gli amici – illustri e non – per stringere la mano un’ultima volta a chi l’ha sempre apprezzato. Fratelli, conoscenti e appassionati. C’è davvero chiunque nella notte di Napoli al Resort Belvì di Somma Vesuviana. Luogo affatto casuale: lì Lorenzo ha portato i genitori dopo aver firmato il primo contratto importante con il Napoli. Oggi – dopo una decade – ritrova tutti per ricominciare altrove. “Tornerò ogni volta che potrò”, ha detto.

Napoli, Insigne: addio tra amici, vip ed estimatori al saluto del capitano

Intanto è qui, la parte più romantica dell’Italia lo abbraccia idealmente dandogli l’arrivederci: gli estimatori possono aspettare le partite della Nazionale per vederlo ancora masticare il nostro calcio. Nel frattempo Canada e sogni, non necessariamente in quest’ordine, condivisi con amici e parenti che – anche alla festa – hanno dato prova di attaccamento ed empatia.

Napoli addio Insigne
Napoli attorno al suo attaccante (ANSA)

Clementino, Gigi D’Alessio, Patrizio Rispo. Le congratulazioni di Spalletti – “Auguro un futuro radioso a Insigne” – e gli abbracci selfati con Salvatore Esposito. Un vero e proprio saluto collettivo per un uomo intenso, perbene e unico nel suo talento. Tanti campioni ci sono passati prima di lui, ma il momento di andare via arriva per tutti. Fino a quando l’arbitro non fischia, tuttavia, non è finita. Ancora un ultimo giro, con gli amici di sempre.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da CLEMENTINO (@clementinoiena)