Bonus condizionatori 2022, detrazioni tra 50 e 65% del prezzo | Ecco come funziona

Arriva il bonus condizionatori 2022. Previsti detrazioni sul prezzo d’acquisto tra il 50 e il 65%. Ecco come funziona l’agevolazione sui condizionatori e chi può richiederlo

L’estate italiana 2022 sarà più calda della norma. L’Italia, insieme a Spagna e Francia, ha una probabilità che va oltre il 70% di registrare temperature molto più elevate della media tra giugno e agosto.

condizionatori bonus
Bonus condizionatori 2022, a chi spettano le detrazioni del 50 e 65% (Pixabay)

A darne conferma il rapporto appena pubblicato dal sistema europeo di monitoraggio satellitare del clima Copernicus. Dunque, risulta indispensabile dotarsi di un condizionatore per sfuggire alla calura e all’afa opprimente in casa questa estate.

Per chi non ha avuto la possibilità monetaria di acquistarne uno, è giunto il momento di pensarci con il bonus condizionatori 2022. A chi è rivolto l’incentivo e come funziona? Ecco la guida da consultare.

Bonus condizionatori 2022, cos’è e come funziona

Il Bonus condizionatori è rivolto a chi ha intenzione di acquistare ex-novo un condizionatore, ma anche a chi voglia sostituire quello vecchio con uno meno inquinante.

bonus condizionatori 2022
Bonus condizionatori 2022, detrazioni fino a 65% sul prezzo d’acquisto. A chi spetta l’incentivo (pixabay)

Il bonus è confermato dalla Legge di Bilancio 2022. L’incentivo per i condizionatori quindi consente di ottenere uno sconto sul prezzoche va dal 50 al 65%. Tale detrazione è resa possibile perché l’acquisto del condizionatore può essere accorpato a diverse agevolazioni tra cui, bonus ristrutturazionee bonus mobili (al 50%) ma anche Ecobonus(al 65%).

All’incentivo previsto per i condizionatori si accompagna anche un altro bonus, ovvero quello per le tende da sole, che dà diritto ad uno sconto del 50% delle spese totali sostenute o, in caso di Superbonus, fino al 110% per l’acquisto di schermature solari o chiusure tecniche mobili oscuranti.

Il Bonus condizionatori di (almeno) classe A+ senza ristrutturazione è ottenibile se:

  • accompagnata a Bonus ristrutturazioni per la casa;
  • abbinata a Bonus mobili, ovvero un intervento di manutenzione straordinaria senza la ristrutturazione con la condizione di migliorare l’efficienza energetica. In questo caso il tetto massimo di spesa è sceso per il 2022 a 10 mila euro anziché 16 mila del 2021. Su tale cifra va calcolata la detrazione del 50%.

In caso di sostituzione del condizionatore, il nuovo apparecchio dovrà sempre appartenere a una classe energetica più alta.

Come si ottiene la detrazione del 50% e del 65%

La detrazione del 50% sul condizionatore si ottiene in due modi:

  1. come sconto immediato;
  2. come rimborso Irpef, indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Redditi persone fisiche) e non si deve presentare l’Isee.

Mentre, utilizzando l’Ecobonus 65% si può ottenere uno sconto o una detrazione del 65% nel caso di acquisti di condizionatori con pompa di calore ad alta efficienza. In questo caso, la spesa massima detraibile è pari a 46.154 euro.