Addio alla benzina per le auto: un rivoluzionario carburante la sostituirà presto | Di cosa si tratta

In un periodo storico in cui il prezzo del petrolio sta vivendo una impennata di costi, la benzina potrebbe diventare un lontano ricordo grazie ad una vera e propria innovazione. Nel dettaglio, scopriamo di cosa si tratta

La recente guerra sul fronte russo – ucraino ha inevitabilmente ampliato la forbice dei prezzi in quasi tutti i segmenti di mercato. Altrettanto, è stato così anche nel settore petrolifero portando il valore di benzina e diesel a prezzi quasi mai toccati. Ma il futuro ha rosee previsioni, un nuovo carburante potrebbe essere la soluzione.

Addio alla benzina: arriva il carburante sintetico

Il suo nome è Solar Fuel, un carburante che possa essere utilizzato in motori di ogni tipologia di alimentazione. Sembra utopia, e invece potrebbe essere realtà nemmeno troppo lontana. L’idea proviene dalla Synhelion, azienda Svizzera che starebbe brevettando il carburante. Il calore che si viene convertito in gas di sintesi (syngas – da cui prende anche il nome l’azienda), che non è altro che un combustibile che ha proprietà simili alla normale carburante per auto. Un ricevitore solare ne renderà possibile la produzione, a temperature incredibilmente alte.

benzina
Diremo addio all’attuale carburante?

Il tutto è ancora in fase di test, sia chiaro, ma le previsioni e la sperimentazione del materiale fornisce rosee previsioni. Ci sono tante variabili da considerare, innanzitutto la sua efficienza con qualsiasi tipo di motore, i costi e non ultimo l’impatto ambientale. Su questo punto pare che la sua introduzione avrebbe una enorme riduzione sull’impatto ambientale ben oltre il 50%. Il target è quello di arrivare al 100%.

Che tempi ci sono?

Troppo prematuro per dirlo, da considerare che l’industria petrolifera potrebbe subire, in caso di avallo sul mercato di tale carburante, una brusca frenata. Infatti, qualora questo prodotto dovesse davvero funzionare ed essere di successo, l’azienda elvetica strizzerebbe l’occhio al mercato aeronautico in particolare. Il che significherebbe enormi introiti. Di sicuro tutto gioverebbe al clima e probabilmente ai consumatori finali, a patto che il prezzo possa essere davvero accessibile.

benzina
Diremo addio all’attuale carburante?

Non resta quindi che attendere sviluppi di quello che può essere uno scenario decisamente più green ed ecosostenibile. Curioso sarebbe comprendere come sarebbe poi introdotto sul mercato, in che modalità e se comprendere se il classico carburante dovesse essere ritirato pian piano dal mercato. Discorsi ancora troppo enormi, ma forse non impossibili.