Modello 730 precompilato 2022, cosa cambia da lunedì | Come funziona la procedura

Novità importanti sul fronte del modello 730 precompilato per il 2022. Quali sono le novità e da quando sono previsti i cambiamenti. 

L’Agenzia delle entrate ha ufficializzato il nuovo modello per la dichiarazione dei redditi nell’anno 2022. Tutto è pronto per presentare la domanda: sarà possibile farlo in maniera autonoma oppure affidandosi a personale qualificato in materia. Da segnalare qualche novità sulla vicenda, soprattutto rispetto agli anni precedenti.

Modello 730 precompilato 2022
Modello 730 precompilato 2022, cosa cambia da lunedì | Come funziona la procedura (Immagine Rete)

La piattaforma darà la possibilità agli utenti, a partire da lunedì 23 maggio 2022, di poter presentare la domanda. Esiste a tal proposito un apposito regolamento e le istruzioni da seguire per una corretta procedura d’invio della domanda.

Modello 730 precompilato 2022, a chi rivolgersi e cosa fare

Basterà accedere al sito ufficiale dell’Agenzia delle entrate mediante SPID, Carta d’identità digitale (CIE) o Carta nazionale dei servizi (CNS). In alternativa sarà sufficiente delegare personale che presta assistenza fiscale. Ciò sarà possibile presso un Caf oppure rivolgendosi a un professionista abilitato per la funzione.

Modello 730 precompilato 2022
Modello 730 precompilato 2022, a chi rivolgersi e cosa fare (Immagine Rete)

Questo tipo di modello serve per dipendenti e pensionati che devono produrre la dichiarazione dei redditi. Grazie al modello 730 precompilato 2022 è infatti possibile facilitare la procedura. Di fatto il modello può essere accettato così com’è presente in piattaforma, ma lo si può anche modificare e quindi apportare integrazioni/correzioni, qualora tutto ciò sia necessario.

Precompilato 2022, gli altri dettagli | I tempi per presentare le domande e altre agevolazioni

A tal proposito, inoltre, l’Agenzia delle entrate ha stilato una lista delle principali novità relative al modello 730 precompilato 2022. Previsto il credito d’imposta prima casa under 36. Disposta anche una riduzione della pressione fiscale per lavoratore dipendente, con tanto di nuova detrazione di oltre 1.200. Aumenti di 550 euro per spese veterinarie, massimale di 16mila euro per spese entrate nel cosiddetto bonus mobili. Sul fronte del superbonus (anno 2021), eliminando le barriere architettoniche, è possibile sfruttare l’aliquota del 110%.

Dopo aver accettato oppure modificato, inoltre, il modello 730 precompliato può essere presentato in via telematica all’Agenzia delle entrate: la scadenza è fissata entro il 30 settembre 2023. In alternativa, come già evidenziato è possibile usufruire del servizio di un professionista oppure di un Caf, il termine è fissato per il 15 giugno in presenza di dichiarazioni presentate entro il 31 maggio.

Con la presentazione della domanda dal primo al 20 giugno il termine sarà il prossimo 29 giugno, 23 luglio per quelle presentate dal 12 giugno al 15 luglio, 15 settembre per le domande dal 16 al 31 agosto. In ultima ipotesi per le domande dal 1 al 30 settembre il termine ultimo sarà il 30 settembre 2022.