Cessione Palermo, emissari dello sceicco Mansour al “Barbera” | Accordo vicinissimo

Viaggia spedita la trattativa per il passaggio del Palermo Calcio da Mirri al City Group, proprietario tra gli altri anche del Manchester City. Emissari del gruppo da giorni a Palermo.

Gli uomini dello sceicco Mansour presenti anche alla gara di ritorno dei play off contro la Triestina.

Emissari dello sceicco Mansour in questi giorni a Palermo per completare l’acquisizione del club rosanero da Dario Mirri

Il Palermo sta giocando in queste settimane su due fronti, entrambi importanti. Da un lato la squadra di Silvio Baldini, in ballo nei play off promozione per accedere in serie B, dall’altro il presidente Dario Mirri in trattativa per cedere la società ad un importante acquirente che di calcio ha esperienza da vendere: lo sceicco Mansour, proprietario di altri 10 club tra cui il NYCFC e il Manchester City.

Ed gli uomini del City Group in questi giorni sono in missione a Palermo per provare a chiudere velocemente l’affare.

Palermo agli arabi, cessione in dirittura d’arrivo. Oggi al “Barbera” gli emissari dello sceicco Mansour

Tra questi anche un ex attaccante dell’Arsenal, Brian Marwood, oggi managing director of global football del gruppo arabo.

La trattativa che potrebbe chiudersi per una cifra sotto i 10 milioni di euro per l’80% delle quote della società rosanero. Da quanto si è appreso fino ad ora il restante 20% dovrebbe rimanere nelle mani dell’attuale proprietario, il presidente Dario Mirri. Una trattativa che potrebbe avrebbe un enorme impulso in caso di promozione in serie B dei rosanero alle prese con i play off.

E proprio oggi la squadra di Baldini ha pareggiato 1-1 contro la Triestina nel ritorno del primo turno nazionale dei play off  di Lega Pro, ottenendo il lasciapassare al turno successivo grazie al successo per 2-1 nella gara d’andata. Sugli spalti anche gli uomini di Manosur che hanno potuto assistere allo spettacolo del Barbera ritornato ad essere stracolmo con oltre 30 mila spettatori presenti. Un motivo in più per il gruppo interessato che ha potuto saggiare la passione del tifo palermitano.