Attentato a bordo di un treno regionale, 6 persone accoltellate | Ipotesi pista islamica

Un possibile attentato di matrice islamica è al centro di opportune indagini da parte delle forze di polizia: cosa è accaduto a bordo di un treno regionale e quali sono i dettagli. 

Un uomo armato di coltello ha ferito almeno cinque persone che si trovavano a bordo di un treno regionale. Gli investigatori sono convinti che dietro tutto ciò possa esserci una persona appartenente alla matrice terroristica islamica, ma sul caso vige il massimo riserbo.

Attentato treno regionale possibile matrice islamica
Attentato su un treno regionale, ferite 6 persone | Indagini in corso (Immagine Rete)

L’attentatore autore dell’accoltellamento di cinque persone ha 31 anni ed è stato già identificato dagli investigatori. L’uomo è un cittadino straniero nato in Iraq: la sua vita è al centro di accertamenti approfonditi proprio per risalire a cosa potrebbe esserci dietro il gesto.

Attentato su treno regionale, ferite 6 persone | Indagini in corso

L’episodio è accaduto intorno alle ore 8 di venerdì 13 maggio 2022 ad Aquisgrana, in Germania. Le forze dell’ordine indagano sul possibile attentato. Ad annunciarlo è Hebert Reul, ministro dell’Interno del Renania Settentrionale-Vestfalia. L’uomo era armato di un coltello quando ha attaccato le persone presenti a bordo di un treno regionale. La vicenda è avvenuta sulla Euregiobahn RE4 a bordo di un treno che aveva lasciato la stazione ferroviaria di Herzogenrath.

Attentato treno regionale fermato 31enne
Attentato su un treno regionale, ferite 6 persone | Indagini in corso

Gli investigatori sono al lavoro per esaminare un possibile trascorso fra estremisti islamici dediti a compiere attentati. Nel frattempo il bilancio è di sei persone ferite e fra queste vi è anche l’uomo che ha accoltellato i passeggeri “in modalità indiscriminata e arbitraria“. Nessun legame con i feriti che non sarebbero in pericolo di vita. Per tutti si è reso necessario il ricovero in ospedale. A bordo del treno erano circa 270 i passeggeri. Decisivo l’intervento di un agente di polizia che ha bloccato il sospettato grazie all’aiuto di altre due persone.

Il commento del ministero dell’Interno, la posizione

Il ministro Herbert Reul ha parlato di terrore in piena regola per quanto accaduto vicino Aquisgrana. “Parliamo di un atto crudele che potrebbe essere fermato con un atto di enorme coraggio“, ha commentato Reul a Düsseldorf. Per fortuna l’uomo è stato bloccato dagli agenti della polizia federale e dall’auto di altri due passeggeri. “Con tutto ciò che sappiamo finora, dobbiamo presumere un atto folle“, ha dichiarato Real in una nota stampa.

L’autore sarebbe stato contattato nel 2017 come possibile persona attiva nel ramo del terrorismo islamico. L’uomo viveva all’epoca in una casa di profughi. Adesso ci sarebbe da chiarire l’eventuale motivo di quanto compiuto. La vicenda è avvenuta in un periodo alquanto particolare proprio a causa della guerra in Ucraina: le misure di allerta si alzano e non mancano di certo i controlli nelle varie città.