INPS, pensione tagliata ai disabili | Il motivo è allarmante: utenti nella bufera

INPS, pensione tagliata alle persone con disabilità: la decisione sconvolge, ma il motivo è ben preciso. Increduli gli utenti.

La pensione d’invalidità resta oggetto di discussione. L’INPS è stata più volte sul punto di revocarla, ma stavolta possiamo dire che ci siamo vicini. Pronti al passo che nessuno si sarebbe mai immaginato. Anche perchè il Governo aveva assicurato, sia ai tempi di Conte, ma anche e soprattutto con Draghi, che l’indennizzo non avrebbe subito modifiche o ritorsioni. Invece, oltre all’abbassamento – tranne per coloro che hanno bisogno dell’accompagnamento – c’è il rischio del taglio integrale.

INPS pensioni
Pensione disabilità, tagli (ANSA)

Il contributo può essere sospeso in determinati casi da appurare: ragion per cui gli utenti sono spiazzati. Una situazione simile non se l’aspettavano. Specialmente in un momento di ripresa come questo.

INPS, disabilità: tagli alle pensioni, il motivo sconvolge

Si parla di taglio dei costi, argomentazione che ha sempre tenuto banco nel recente passato, ma ora c’è qualcosa di concreto. La doppia tassazione, infatti, rischia di abbassare ancora di più gli standard. Misura che riguarda soltanto chi ha intenzione di trasferirsi all’estero.

INPS controlli
INPS stangata sui disabili (ANSA)

Molti, infatti, accarezzano l’idea di cambiare Paese per avere un prezzo e una qualità di vita più accessibili ma rischiano di restare inghiottiti dalle tasse. Infatti il passaggio da un Paese all’altro – se non si presentano gli appositi documenti per la traslazione – rischia di incentivare le tasse e gli aumenti delle aliquote singole. La pensione per le persone con disabilità rientra fra questi passaggi, ma anche la pensione lavorativa non è esente da questo iter: Paese che vai, dunque, pensione che trovi.